giovedì 6 aprile 2017

Sulla Rocca dell'Abisso (2755 m)

4 commenti
Sabato 11 Marzo. Mentre in giro per le alpi il pericolo salvine è ancora alto, nelle Alpi Marittime la situazione è prevista essere molto tranquilla. Con Silvia mettiamo a punto una strategia che tiene conto anche dei due pargoli che per vari motivi devono rimanere a casa, e cioè: partenza molto prima dell'alba, auto + salita + discesa in sci + auto = rientro a casa nel primissimo pomeriggio. Considerando che i ragazzi non si alzeranno prima delle ore 9, probabilmente intorno alle 10, riusciremo a stare assieme per buona parte del pomeriggio.
Raggiunto Limonetto con la prima luce, puntiamo forse alla gita più accattivante in zona, la Rocca dell'Abisso. Saliamo dunque su neve molto ben assestata (e l'innevamento non è neanche molto abbondante) compiendo un giro orario attorno alla montagna fino ad arrivare alla croce di vetta. Curiosamente ho invertito senza accorgermene le solette dentro agli scarponi e procedo con crescente (e al momento inspiegabile) malessere ai piedi fino in vetta, dove mi accorgo dell'errore (!) e provvedo a risolverlo.
Raggiunta l'auto dopo la bella discesa, siamo talmente in orario che ci concediamo un piacevole pranzo in una simpatica taverna locale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.