giovedì 6 aprile 2017

Sulla Rocca dell'Abisso (2755 m)

4 commenti
Sabato 11 Marzo. Mentre in giro per le alpi il pericolo salvine è ancora alto, nelle Alpi Marittime la situazione è prevista essere molto tranquilla. Con Silvia mettiamo a punto una strategia che tiene conto anche dei due pargoli che per vari motivi devono rimanere a casa, e cioè: partenza molto prima dell'alba, auto + salita + discesa in sci + auto = rientro a casa nel primissimo pomeriggio. Considerando che i ragazzi non si alzeranno prima delle ore 9, probabilmente intorno alle 10, riusciremo a stare assieme per buona parte del pomeriggio.
Raggiunto Limonetto con la prima luce, puntiamo forse alla gita più accattivante in zona, la Rocca dell'Abisso. Saliamo dunque su neve molto ben assestata (e l'innevamento non è neanche molto abbondante) compiendo un giro orario attorno alla montagna fino ad arrivare alla croce di vetta. Curiosamente ho invertito senza accorgermene le solette dentro agli scarponi e procedo con crescente (e al momento inspiegabile) malessere ai piedi fino in vetta, dove mi accorgo dell'errore (!) e provvedo a risolverlo.
Raggiunta l'auto dopo la bella discesa, siamo talmente in orario che ci concediamo un piacevole pranzo in una simpatica taverna locale.

mercoledì 15 marzo 2017

Nella nebbia verso il Colle Tantanè (2604m.)

0 commenti
Nic
Questa è per la serie post ritardatari. Gita risalente al 28 Febbraio, in Val d'Ayas. Silvia, assieme a Nicola, in una giornata dal tempo molto incerto (anzi, perturbazione dichiatrata), percorrono la via verso il Colle Tantanè, fermandosi a causa della mancanza di visibilità a circa 100-200 m dalla meta. La discesa avviene su neve fresca e pesante.
Quanto importante sia stato il ruolo della nebbia lo si capisce dalle discussioni che avvengono tra i due una volta a casa per ricostruire sulla carta il percorso fatto e il punto raggiunto.

mercoledì 8 marzo 2017

Sport di campo

0 commenti
Ho sempre poco apprezzato gli sport di campo. Troppe regole, troppi arbitri e discussioni. Mi sono sempre parsi troppo "finti" per essere interessanti. Però mi devo ricredere nel vedere questi ragazzi impegnati in torneo piemontese di pallavolo: gioco di squadra, azioni individuali, vincono, perdono, faticano, si divertono. Indubbiamente un alto valore educativo. Almeno a questi livelli.
Emanuele e Jacopo impegnati Domenica scorsa al torneo di Avigliana. Io sugli spalti.

venerdì 3 marzo 2017

Bandierina

0 commenti
Nuova stazione del vento per Mira, da posizionare in testa all'albero. Tredici euro. Stanotte prevedo grandi sogni...;-)

Apnea in piscina, i miei numeri

0 commenti
Stasera gran bella seduta di allenamento alla Piscina Torrazza, proprio di soddisfazione . Di seguito i tempi e distanze ottenuti, direi i miei migliori da quando ho ripreso quest'anno. 
Buone le sensazioni in acqua, cercando sempre di spingere il meno possibile e senza strappi o movimenti bruschi. Unico inconveniente è stato una contrattura al collo/testa alla fine della prima apnea mista, quando ho tirato il capo all'indietro per guardare quanto mancava alla fine della vasca: mantenere lo stato di rilassatezza mano a mano che aumenta la CO2 non è affatto

martedì 28 febbraio 2017

Going Telly

0 commenti
Telemark telemark telemark! Ancora due mezze giornate sulle nevi della valli di Champoluc e Gresoney, con Silvia, Carola ed Ema e assieme a Nicola, Silvia e Chiara.
Tempo perltro appena sufficiente per rilasciare le tensioni provocate da un periodo difficile sul lavoro. Ma il telemark guarisce tutto!

mercoledì 22 febbraio 2017

Carosello al Parco del Meisino

0 commenti
 Domenica 19/2. Carola sulla grigia Gaia in coppia con Marta sul baio Boris impegnate nel carosello organizzato dal Circolo Ippico del Meisino. Bello vedere le due eseguire simultaneamente e con grandse precisione un percorso e degli esercizi tra loro speculari, sopra un potente tappeto musicale.

Eccezionali queste ragazze, sempre in sella non ostante la Matematica, il Latino, la Fisica, il Francese, l'Inglese..

martedì 21 febbraio 2017

Corsa massacrante rigenerante

0 commenti
Domenica mattina mi sono concesso una corsa d'altri tempi, sulla collina di Torino.
D'altri tempi perchè sono stato in giro oltre 2 ore, tempo per il quale oggi non ho più le gambe! Un lento e inesorabile consumo delle energie disponibili, prima nella foschia tra boschi e sentieri, poi bucando le nebbie e ritrovando il sole, con scorci sulla città per finire alla Basilica di Superga. Un giro attorno alla basilica (giusto per gustarsi più a lungo il momento) e poi giù a picco verso San Mauro, peraltro con parecchio fango. Finale sulla ciclabile LungoPo pure con qualche esercizio propedeutico all'apnea (alcune apnee da 10" durante la corsa). Arrivo a casa felice ma provato, sensazione che permane nelle gambe anche stamattina, a due giorni di distanza. Salita per il sentiero 600 e discesa per il 29. Totale 2h07'

domenica 19 febbraio 2017

Cima della Piccola (2870m) da Ceresole.

0 commenti

Silvia varca la soglia di casa (foto)  dopo la gita alla Cima della Piccola, con Chiara, Alberto e Gabriele. Partenza da Ceresole Reale, attraversata la diga i quattro costeggiano il lago e imboccano il sentiero verso sud che li porta a risalire il Vallone del Rio delle Rocce e poi il Vallone del Dres. Raggiungono dinque il Colle della Piccola a 2705m. Da qui con gli sci in spalla e calzati i ramponi si arriva in vetta. Nessun altro scialpinista sul percorso.

Bella gita e a quanto riferisce Silvia con neve eccezionale, tolti gli ultimi 150 di dislivello da fare a piedi in discesa per neve insufficiente. Dislivello 1400m.

Fine settimana purtroppo funestato da due terribili incidenti su ghiaccio e su neve accaduti proprio nelle "nostre" valli. 

mercoledì 8 febbraio 2017

Una scaletta per Mira

2 commenti
Pensata, disegnata, assemblata a secco, verniciata e ora definitivamente assemblata. E' la nuova scaletta utilissima per risalire a bordo del Goat Islan Skiff dopo una bagno o una immersione. Si attacca lateralmente allo specchio di poppa senza nessun ausilio (viti o morsetti) e può essere lì lasciata durante la navigazione. A barca ancorata e con la parte inferiore della scaletta abbassata, consente una salita comoda e veloce.

La prossima primavera le prove in mare!

domenica 5 febbraio 2017

Avanti, indietro, sopra e sotto

0 commenti
Umido e pioggia (finalmente) in città oggi. Con Silvia si decide per un giro in mattutino alla piscina comunale della Colletta, incredibilmente poco affollata.
Decido per un mix tra nuoto e apnea, così composto: 9 vasche a stile + 1 vasca in apnea (a rana subacquea). Per un totale di 84 vasche (da 25m.)
E' la prima volta effettuo questo allenamento e con sorpresa noto che mano a mano che procedo, le vasche in apnea mi riescono sempre più facili, mentre mi sarei aspettato il contrario. Mi piace ogni tanto scoprire che in fondo non mi conosco così bene.
[la piscina, come la vedevo oggi...]


venerdì 3 febbraio 2017

La neve è di nuovo morbida

3 commenti
29/1. Domenica sulla neve per noi, in compagnia degli amici Stefano, Marcella, Pietro e Jacopo.
I 20 cm di neve fresca caduti Venerdì hanno reso la sciata molto più confortevole rispetto al "cemento" su cui si sciava fino a poco fa.
Località Sestriere da Val Troncea, con una bella variante fuoripista.


lunedì 30 gennaio 2017

Gara di boulder per Ema

2 commenti
 Sabato 28. Ema per la prima volta impegnato in gara di arrampicata nella storica palestra torinese "B-side", categoria esordienti.

I boulder grigi si rivelano subito commestibili e divertenti, ma già quelli bianchi indigesti e impegnativi. Quelli verdi poi assolutamente velenosi!

Alla fine, il ragazzo ha le mani e gli avambracci belli provati. Io invece mi sono quasi commosso a vedere tutte quelle belle prese e a sentire l'odore della magnasite.

mercoledì 25 gennaio 2017

Turge de la Suffie (3024 m.)

3 commenti
Sabato ore 4.30: mostruosa sveglia per Silvia evidentemente mossa da grande motivazione. Gita in zona Briancon con partenza da località Le Laus e dislivello 1250 m. In gruppo con Alberto &Co. 
Pare che i Km fatti in macchina (e l'ora della sveglia) siano stati ben ripagati dalle ottime condizioni della neve incontrata lungo il percorso. 

martedì 24 gennaio 2017

Un altro giro al lago

2 commenti
 Seconda uscita della stagione ieri. Tanta voglia di stare all'aria aperta, ma anche di provare l'improbabile riparazione al sistema di scalmi mediante del nastro di polietilene. I test fallisce ma l'uscita si rivela piacevolissima non ostante il freddo intenso ma non come il 3 Gennaio scorso.
A remi fino a Maresco dove mi ancoro per un po' di siesta, prima di rientrare alla base.
Lago sempre affascinante, ancor più con il sole basso sull'orizzonte che fa brillare i colori radenti sull'acqua.

3,5 miglia, da solo.

mercoledì 18 gennaio 2017

Vendee Globe-aggiornamento#5: incredibile arrivo

0 commenti
Incredibile: dopo 73 giorni di regata, l'inglese Alex Thomson è staccato di sole 33 miglia dal primo, primissimo, Armel Le Cleac'h. Non si può neppure lontanamente immaginare lo stato fisico e psichico di quei due in questo momento. 
E mentre a loro mancano meno di 300 miglia dal traguardo (Les Sables D'Olonne), il resto della flotta è sparpagliato migliaia di miglia lungo tutto l'Atlantico. 

martedì 17 gennaio 2017

Progetto segreto, chi indovina?

1 commenti
L'uomo mascherato era in azione la scorsa notte.. Cosa sta tramando nell'oscurità? Diciamo solo che  siamo solo alla fase iniziale del lavoro. Si tratta di un importante accessorio per Mira, anzi per ..poter trasportare Mira! Chi indovina?


domenica 15 gennaio 2017

MIRA in versione sportiva

0 commenti

Ricordi della bella estate trascorsa, sul lago di Como. Il Goat Islan Skiff è in grado di passare con disinvoltura dalla modalità crociera a quella sportiva variando pochi accorgimenti nell'armo e nelle dotazioni.
Qui una uscita serale con una bel vento di Breva. Se avessi lasciato a terra l'àncora e i due pesanti remi sarebbe andato ancora più veloce.

giovedì 12 gennaio 2017

Festeggiare 50 anni, in barca.

5 commenti
Mi hanno festeggiato così, 50 anni sul lago di Viverone in una gelida e radiosa giornata di Gennaio. A remi abbiamo raggiunto la foce dell'immissario a Sud-Ovest con l'intenzione di risalirlo il più possibile ma siamo stati bloccati quasi subito dall'acqua ..ghiacciata! Lo scafo ho fatto per un po' da rompighiaccio ma presto il canale è diventato impenetrabile. 
Bisognerà tornare coi pattini da ghiaccio?
Con Silvia e i ragazzi e ovviamente MIRA, l'unica barca in acqua oggi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.