lunedì 30 marzo 2009

Progressivo con lettura

6 commenti
Ieri pioggia. Tra uno scroscio e l'altro ne esce un bel progressivo di 55' nel Parco del Meisino, in compagnia di Alberto. Inizio da 135 pulsazioni e finisco a 170. Nessun problema di fiato, ma gambe ben sollecitate.

A casa, segue lettura:
mi è arrivato questo interessante numero di Sport&Vie, omaggio di Guido, amico polisportivo di vecchia data (Judo, vela, corsa, ..) da tempo trasferitosi in Francia.

Sport&Vie è una rivista bimestrale francese, a mio giudizio molto coraggiosa nell'impostazione. Ogni numero tratta di uno "sport" di volta in volta diverso, ma con valutazioni approfondite a firma di esperti dei vari argomenti. Da notare che oltre al punto di vista dell'atleta, è sviluppato sempre l'aspetto medico / fisioterapico.

Questo numero è dedicato alla corsa: cross, pista, maratona, sistemi si analisi, ecc.

Un articolo molto interessante è a mio parere quello che tratta delle diverse posture del corridore, in relazione alla resa sportiva e a possibili patologie.
Ovviamente tutta in francese.

sabato 28 marzo 2009

Ripresa delle ostilità

3 commenti
Con la primavera arriva qualche segnale di ripresa "podistica":

Giovedì pomeriggio, grazie ad una favorevole congiuntura astrale (bambini piazzati, rientro dal lavoro ad un'ora straordinariamente normale), ne esce una bellissima corsa in salita per la collina torinese per me e Silvia (insieme! Non accadeva da quando?), col sole che tramonta e illumina Torino con la Mole, le anse del Po, ecc...Totale: 59'30" di puro piacere.

Venerdì, pausa pranzo: 30' di corsa media in piano per le campagne del Canavese. 16°C di tepore: è la prima volta quest'anno che indosso il completo estivo. Una liberazione.

Sabato pomeriggio (oggi!): tempo di nuovo grigio e umido: tra un pioviggino e l'altro combiniamo un incontro con amici (Elena, Carlo, Francesco, Stefano, Alberto, Simone) alla pista di pattinaggio della Colletta. Tutti in roller!

Domenica mattina (domani!): Si corre la Vivicittà alle 10.30. Sono 12 Km in piano. Sono tentato, sono tentato.....

lunedì 23 marzo 2009

Punta Pian Spigo (2520 m.)

7 commenti
Domenica 22/3.
Silvia.

Val Grande di Lanzo, Vonzo. Gran bella gita (almeno per me novizia dello sci alpinismo) combinata all'ultimo minuto.

Consigliata da Luca neo Accademico del CAI, - complimenti TEO e LUCA !!! - ed effettuata insieme al praticamente sconosciuto, ma molto referenziato, Davide S..

Incontrati su per il bricco pure Marco C. e Mire, che ringrazio per la foto scattatami, unico ricordo tradotto in pixel della splendida giornata di sole.

Sensazioni: appena è un po' più tecnico trovo lungo con le gruce!!

In discesa tutto ok, fino all'auto sci ai piedi, anche se non durerà ancora molto..... affrettiamoci allora con queste gite!!

sabato 21 marzo 2009

Quasi senza parole

12 commenti
Oggi, primo giorno di primavera, tempo sereno e fresco. Per le strade di Torino già le prime coloratissime fioriture.

Carola (6 anni) aveva in programma una gara di atletica, organizzata dalla società Atletica SAFA, che gestisce anche le ore complementari di ginnastica della sua scuola elementare. La cosa simpatica era che sarebbero stati presenti bambini da molte scuole torinesi.

Premetto che Carola adora l'ora di atletica a scuola.

Ci rechiamo così nel primo pomeriggio al campo sportivo di Borgaretto (bel posto) io, Carola e il fratello Emanuele: 40 minuti d'auto.
L'atmosfera è festosa, l'aria si è scaldata (sono le 14), è pieno di bambini festosi e chiassosi. La pista è molto bella...

A questo punto, di fronte alla pista di tartan, Carola si ferma e dice con aria schifata: "no". Non ostante il suo insegnante la sproni, non ostante il fratello (4 anni) voglia correre al suo posto, non ostante tutto....è semplicemente: "no".
Sento montare in me un certo nervosismo, riesco a mantenere la calma...
Con altri 40 minuti di macchina rientriamo a casa.

Ora io chiedo a voi: cosa avreste fatto al posto mio?

mercoledì 18 marzo 2009

Germania-Grecia

4 commenti
Signori, questo sì che è calcio...
[e onore e gloria ai Monty Pyton]

martedì 17 marzo 2009

Ritorno Finale..

1 commenti

Enrico&Silvia
Sabato 14. Finale Ligure, valle di Rian Cornei.

Sole tiepido e aria umida: nell'aria già gli odori della macchia mediterranea.
Ritorno al microcosmo dell'entroterra ligure, in compagnia di vecchi e fidati amici.

venerdì 13 marzo 2009

Motivazione...

6 commenti
Materiale "motivazionale"...

Cambio di stagione

5 commenti

Consueto cambio del guardaroba. Oggi metterò via sci e scioline e preparerò nell'armadio l'occorrente per la primavera in arrivo.
Roller, running, piscina, Cosa va quest'anno?

giovedì 12 marzo 2009

Engadin SkiMarathon 2009

2 commenti
Enrico, con Gianni, Bruno e Barbara.

Domenica 8/3, Maloja, ore 6.30, -15°C. La lunga attesa.

Sono con Gianni, in mezzo al trambusto che precede l’evento. Aspettiamo pazienti l’ora dello start, dopo aver piazzato gli sci in pole-position nel recinto. Finalmente arriva l’alba, chiara, fredda e con un po’ di vento (che sarà contrario). Diecimila partecipanti attendono impazienti il via.
Ore 9.40, lo sparo. Le prime 3 categorie si lanciano come molle sul lago ghiacciato di Sils, nella testa un solo pensiero: arrivare in fondo al 42° chilometro nel più breve tempo possibile. Anch’io sono tra questi.

Succede ogni anno, è come una carica di cavalleria in una battaglia napoleonica. Non mi viene in mente altro paragone: un fronte lungo 150 metri di migliaia di sciatori parte alla carica. Succede che al minimo contatto involontario due sciatori cadono rovinosamente, e quelli che per caso sono subito dietro non li riescono ad evitare. L’effetto è quello di una cannonata: nella folle corsa 3 o 4 cavalieri “esplodono”…la massa si apre per evitarli e si richiude subito dopo. Speri solo che non succeda proprio a te o anche solo davanti a te, anche perchè quasi sempre si rompe un bastoncino, quindi comprometti la gara. Dopo un po’ di Km, la massa perde compattezza e si respira (per modo di dire).

Io quest’anno non ho avuto buone sensazioni. Forse l’allenamento mancato negli ultimi 10 giorni, forse la concentrazione che si è abbassata a fine stagione, forse un inizio di influenza…
Fatto sta che parto deciso ma non riesco ad esprimermi come vorrei. All’inizio leggero mal di stomaco, pulsazioni sempre basse (156 di media, contro le 162 dell’anno scorso), e nell’ultima parte della gara, sensazione di spossatezza. Concludo in 2h16’, sono 1117° al 12% della classifica. E’ la mia granfondo meno riuscita di questa bella stagione. Peccato.
Buona gara invece per Gianni e Bruno che chiudono intorno alle 2h33': Gianni non ostante una contrattura al polpaccio a 7 Km dal traguardo che lo obbliga a rallentare e Bruno sfavorito da una partenza nell'ultimo gruppo, con una gara entusiasmante tutta in rimonta.
Barbara fa invece la gara corta con arrivo a Pontresina (21Km).
[Ultime 3 foto dall'alto: Enrico, Gianni e Bruno alla prova]

giovedì 5 marzo 2009

Ultima neve per gli sci stretti

1 commenti

Domani partenza per l'Engadina, per correre i mitici 42Km, con partenza da Maloja pass e arrivo a Zuoz. Ultima gara di questa stagione caratterizzata da molta neve e grande freddo.

Parto determinato, anche se a causa del meteo e del superlavoro in ufficio ho saltato gli ultimi allenamenti. Amen.

Obiettivo: scendere sotto al 10% della classifica, possibilmente sotto al 6% per passare quell'ultimo, maledetto, invalicabile, inarrivabile cancello che mi separa dalla catergoria "Elite".

E dopo questa folle corsa, ecco la fine del (macro)ciclo. Tirerò le somme e metterò via gli sci per dedicarmi a



curiosi?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.