martedì 20 dicembre 2016

Bric de Mezzogiorno (2986 m), uno sci rotto

4 commenti
Ovvero P.ta del Beth.  Con Silvia. 

Domenica 18 Dicembre. Ultimo giorno di bel tempo prima di una perturbazione. Vorrai mica andare in centro per spese natalizie?

Per la terza volta quest'anno in Val Troncea.. si direbbe ci abbiamo fatto l'abitudine. Ma è un momento propizio per queste montagne. Neve durisima e non eccezionale ma coimunque gran bella gita. L'accesso avviene tramite la pista di fondo e il Rif. Troncea: quanto basta a far la selezione e ridurre il numero dei pretendenti.
In discesa, scesi gli sconfinato pendii sommitali, ci infilianmo un un ripidissimo e laborioso bosco, prima di ricollegarci al Rif. Troncea.
Si registra purtroppo il cedimento di uno sci di Silvia: rotto sotto l'attacco a causa di un probabile sovraccarico e della neve durissima. Per fortuna non ci impedisce di sciare fino alla macchina.
1370 m di dislivello.

lunedì 19 dicembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#5 - giorno43

0 commenti
Guai grossi per il giovane francese Ruyant che va a sbattere con il suo IMOCA60 Le Souffle du Nord contro un probabile conteiner spezzando lo scafo. Al momento della collisione navigava a 17 nodi. E' in atto corsa contro il tempo (e l'acqua) per raggiungere la Nuova Zelanda prima del sopraggiungere di una bassa pressione e quindi di affondare. Per fortuna si trova nella zona di copertura degli elicotteri.


D43 : Ruyant's reaction to the damage... di VendeeGlobeTV

Tutte le news direttamente dal sito della Vendee Globe

domenica 18 dicembre 2016

"Quasi" al Clot della Soma

3 commenti
Questa gita stava rimanendo indietro...

Domenica 11 Dicembre.  
Gita con Ema e Silvia con partenza da Val Troncea, località Pattemouche. Tempo - manco a dirlo- bello stabile con l'alta pressione che non se ne vuole più andare. Saliamo inizialmente lungo la ripida pista da discesa (chiusa) per poi traversare a destra nel bosco, fino a ricongiungerci con la strada che parte da Laval.
Gita facile e piacevole ma a causa la scarsa motivazione della truppa, rinunciamo alla meta iniziale, il Clot della Soma (2417 m.) e raggiungiamo invece il Refugium a quota 2250m. Discesa ancora su neve

domenica 11 dicembre 2016

Il lago blu ..era bianco

0 commenti
Gita dell' Immacolata al Lago Blu, una breve escursione (senza sci) in un posto incantevole, l'alta valle che Champoluc.
Con amici polisportivi Nicola, Silvia, Chiara e Barbara.
Il lago, appena gelato, era coperto da un bianco strato di neve.

sabato 10 dicembre 2016

Ponte dell' Immacolata sul Monte Pelato

0 commenti
[In vetta]
Ebbene, non è il Monte Calvo di Mussorgsky con l'eterna lotta tra il bene ed il male, ma il Monte Pelato della Val Troncea.
Monte veramente pelato, visti i lunghissimi pendii finali uniformi e privi di qualsiasi albero od ostacolo. Una gita da effettuarsi in condizioni di buona stabilità del manto nevoso, proprio come in questo periodo. Ma non ostante la certezza delle ottime condizioni, non nascondo che in cima ho provato un senso di irrequietezza al pensiero di quello che le forze della natura possono scatenare qui, in condizioni di manto instabile.. E questo spiega il perchè mi

mercoledì 7 dicembre 2016

Liguria sailing #4, da Camogli a Genova

0 commenti

Lunedì 1 Novembre. Il risveglio cullato dal mare è sempre una bella sensazione. E' strano: non si può dire di dormirci comodamente su Mira, ma forse per la stanchezza accumulata durante il giorno o per la soddisfazione di esserci (mica da tutti, eh?), il risveglio è sempre assolutamente appagante.
Non ostante il programma per la giornata di oggi sia intenso, c'è tempo per tutto: lavaggio denti, riassetto attrezzatura e ..colazione al bar in piazza. Quattro chiacchiere con un abitante del luogo mentre ancora il borgo dorme e poi via, si mollano gli ormeggi. Oggi vorrei

martedì 6 dicembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#4 - giorno29

0 commenti
A quasi un mese dalla partenza dalle coste francesi di Sables d'Olonne si sta tenendo un incredibile duello per la prima posizione: l'inglese Alex Thompson, pur con un'ala danneggiata e il francese Armel le Cleac'h. Navigano ormai alla longitudine dell'Australia e attualmente Alex è indierto di 90 miglia soltanto, un nulla rispetto alla distanza finora percorsa. Condizioni durissime pare laggiù nei mari del sud, sempre con velocità attorno e oltre i 20 nodi (quest'anno si avranno probabilmente tempi da record), e non pochi problemi per barche e concorrenti. 
Faccio un riassunto dei bollettini di guerra..
  • 13/11: Tanguy De La Motte rompe la testa dell'albero: inverte la rotta e rientra in Francia
  • 19/11: Bertrand de Broc si ritira dopo una collisione avvenuta al largo del Portogallo.
  • 22/11: Vincent Riou subisce un grave danno alla chiglia e si ritira  dirigendo su Cape Town.
  • 24/11:  Morgan Lagraviere si ritira in seguito alla rottura di un timone
  • 04/12: Kojiro Shiraishi disalbera mentre naviga di notte ed è costretto al ritiro.
Rimangono in gara 24 barche e 24 temerari skipper, alle prese con i Quaranta Ruggenti.

Qui un emozionante video che vede Armel le Cleac'h e Alex Thomson ripresi da un elicottero della marina Francese in uno dei posti più remoti della terra.

domenica 4 dicembre 2016

Silvia alla Testa del Grand Etret (3201 m.)

2 commenti
[Un mare... senza barche]
Sopra ad un mare di nuvole splende il sole. Silvia con gli amici Alberto, Davide, Luciano e Gabriele
Partenza da Pont Valsavaranche, gita con esposizione Nord, auspicio di buona neve ma certezza di assoluta ombra. 
Cima raggiunta per il colle Orientale.
Discesa su neve di qualità molto variabile, dalla polvere alla crosta, non sempre portante.

sabato 3 dicembre 2016

Benvenuti a bordo di Maserati Multi70!

0 commenti
Giovanni ci fa fare il "giro della barca". Per essere un 70 piedi c'è veramente poco, ma è la chiave di volta per... volare!



mercoledì 30 novembre 2016

La grande stagione di Mira

0 commenti
Posso ritenere chiusa la stagione 2016, la seconda stagione in assoluto per Mira, e rivedendo i numeri (scrupolosamente registrati su foglio excel) non posso che rallegrarmi:
  • 42 uscite per un totale di 158 ore in acqua
  • 409 miglia percorse (750 Km!) sia a vela che a remi (no motore) tra il Lago di Viverone, Lago

martedì 29 novembre 2016

La stagione delle riparazioni (e delle migliorie)

6 commenti
Siamo quasi arrivati all'inverno ed è iniziata la stagione delle riparazioni. Per chi ha vissuto l'esperienza dell'autocostruzione è naturale e pure piacevole prendersi un po' di tempo per sistemare tutti i piccoli danni da usura occorsi durante la bella stagione.
Ho iniziato con piccolissime dosi, mezzora alla sera, ogni tanto: pulire, cartavetrare, qualche pennellata di epossidica.

La teoria della barca di legno vuole che tutto il legno stia sempre ben ricoperto da almeno tre mani di resina epossidica. In pratica il

Mt. Jafferau, dopo l'alluvione

2 commenti
[Ema e Silvia salendo la parte alta]

Domenica 28, primo giorno di sole dopo l'alluvione che Venerdì che ha duramente colpito il Piemonte e in particolare la Val Chisone


Le condizioni della neve sono sicuramente delicate e in generale pericolose, con un limite nettissimo della quota d'innevamento: sotto a 1800 m. prati verdi, sopra un paesaggio bianchissimo e carico di neve 
fresca e umida. (In certe foto girate su internet oggi appariva quasi patagonico). Prudentemente scegliamo la gita allo Jafferau

mercoledì 23 novembre 2016

Liguria sailing #3, da Sestri Levante a Camogli

0 commenti
 Un fine settimana di alta pressione è raro in questa stagione e dunque è irrinunciabile e utile per proseguire il viaggio verso Ovest con Mira. Questa avventura di Dinghy Cruising iniziata a Bocca di Magra può continuare. Non ci sono compagni disponibili: questa volta parto solo.

Domenica 30 Ottobre. All'alba raggiungo in macchina Sestri e ritrovo Mira, gentilmente ospitata dalla locale LNI di cui incontro il simpatico socio Carlo. Terminato di armare e trovata una soluzione

martedì 22 novembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#3 - giorno16

0 commenti
Vediamo la situazione al sedicesimo giorno di regata. La flotta si è praticamente divisa in due: mentre davanti le barche dotate di foil navigano a venti e più nodi verso Est, cioè verso il Capo di Buona Speranza, il resto della flotta è ancora alle prese con le calme equatoriali (in pratica una regata nella regata).  Sembra dunque confermata la superiorità di chi ha scelto (o forse avuto la

domenica 20 novembre 2016

Col Serena, prima neve

0 commenti

Inaugurare la stagione delle gite invernali. Questo il pensiero ricorrente nelle ultime due settimane, poiché alla fine quello che vogliamo è trascorrere più tempo fuori dalle quattro mura domestiche, all'aperto.
Dopo un Sabato speso (bene) tra tanti compiti e lavori domestici, oggi siamo stati in gita al Col Serena, bello ed ampio colle a 2547 m. di quota in zona Passo del Gran San Bernardo. Ci aspettavamo neve così

giovedì 17 novembre 2016

Mira e Maserati

0 commenti
Cosa hanno in comune la mia MIRA e MASERATI Multi 70, il nuovo trimarano di Giovanni Soldini? Beh, entrambi sono transitati da poco davanti a La Spezia!

mercoledì 16 novembre 2016

Cambio di stagione

0 commenti


Oltre la vela di Mira ..la neve. E nella prossima settimana si prevede ne cadrà molta altra qui in Piemonte. Sci da discesa, da fondo, telemark o scialpinismo o semplicemente Montagna. Tempo di controllare l'attrezzatura in cantina. 

Il terreno di gioco cambia ma lo spirito della Polisportiva rimane lo stesso (e in fondo la neve è pur sempre acqua): vince chi si diverte di più!
Pronti? Via!



martedì 15 novembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#2 - giorno9

0 commenti
Nono giorno di regata e il grosso della flotta ha già passato le Isole di Capo Verde. Con una abile mossa tattica Alex Thomson su Hugo Boss decide di passare in mezzo all'arcipelago mentre i suoi concorrenti si tengono più ad Ovest. Risultato: balza dalla ottava alla prima posizione. Quindi è il primo ad infilarsi nelle calme equatoriali, i Doldrums, ed è pure il primo ad uscirne entrando nell'emisfero Sud. In questo momento naviga a 14 nodi, con 2m d'onda e andatura al traverso.
Diciamo che l'inglese Alex Thomson ha messo in fila tutti i quotatissimi skipper francesi! Vederemo se riuscirà a mantenere la posizione. Attualmente il suo vantaggio su Armel Le Cléac’h (su Banque Populaire VIII) e Vincent Riou (su PRB) rispettivamente secondo e terzo è di circa 60 miglia. I due inseguitori viaggiano praticamente fianco a fianco (filmandosi a vicenda!).

De Lamotte (che arrivò decimo nell'ultima edizione) ha subìto la rottura della testa dell'albero (!) mentre era in decima posizione, al sesto giorno di regata. Dopo essere salito in testa d'albero ha deciso di rientrare in Francia rinunciando al giro del mondo: pare infatti che l'avaria sia gestibile nel breve ma non per tutto il tragitto della regata.


J10 : Résumé du jour / Vendée Globe di VendeeGlobeTV

Info liberamente tratte dal sito ufficiale della regata.




Dinghy camping: la prova e la pratica

0 commenti
Prova a secco a Viverone
Aprile 2016: prove a secco di campeggio a bordo. E' chiaro che una notte a terra in tenda ( o magari in hotel!) è più comoda. Molto più comoda!
Ma non sempre è possibile o conveniente.
Ottobre 2016: esempio pratico di campeggio a bordo. OK, richiede un po' di adattamento. Ma poi, vuoi mettere il fascino?

Go live in Camogli!

domenica 13 novembre 2016

Remare con Mira

0 commenti


Quando ho costruito il Goat Island Skiff  Mira, pensavo solo ad una barca in grado di navigare bene a vela. Ma il progetto prevedeva anche la costruzione e l'uso di due grossi remi. Il passo dunque è stato per me naturale. Ho scoperto senza volerlo l'uso dei remi, la voga. Ho scoperto quanto sia bella ed elegante, nella sua ipnotica monotonia. Dopotutto molto simile alla corsa a piedi, con l'ovvia

giovedì 10 novembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#1 - giorno4

0 commenti
Al quarto giorno di regata tutti i 29 concorrenti sono ancora in lizza e si accingono a raggiungere le Isole Canarie, procedendo al lasco spinti da un vento da Nord.

Sembra non verificarsi la moria di barche che aveva caratterizzato la scorsa edizione nei  primissimi giorni, causata da svariate avarie e collisioni.

I primi sei concorrenti, tutti francesi ,navigano a 15-20 nodi. Difficile immaginarsi come se la passino laggiù, ma il video seguente dà un'idea:

mercoledì 9 novembre 2016

Crociera costiera con derive: la logistica

0 commenti
 Dopo aver di recente navigato in tre giorni tutto il Lago di Como, e in quattro giorni il tratto di mare da Bocca di Magra a Genova, mi soffermo sulla logistica messa in atto, che alla fine si è rivelata efficace, anche se non banale. 
Diciamo che una buona la logistica è fondamentale. Infatti, si tratta di navigare sempre in una direzione, sfruttando spesso solo i fine settimana e lasciando la barca di volta in volta in un posto diverso lungo la costa. Il problema è che non si ha la certezza del punto di arrivo, essendo la velocità della barca molto variabile in funzione del

Liguria sailing #2, da Levanto a Sestri Levante

0 commenti

Il lettore attento avrà notato che si era lasciata ieri sera la meravigliosa Mira adagiata sulla sabbia della spiaggia di Levanto. Ebbene, è proprio qui che i nostri impavidi navigatori la ritrovano la mattina di Domenica 23 Ottobre dopo una luculliana cena e una notte ristoratrice in locanda.
La mattina è assolutamente grigia e la pioggia appare garantita. Tuttavia, come ieri del resto, il vento da E NE sarà in favore, quindi non v'è motivo di non prendere il mare.
Nella luce del mattino il mare cupo è perfettamente piatto (ma non rimarrà tale), mentre qua e la

lunedì 7 novembre 2016

Partita la Vendee Globe 2016-2017

0 commenti
Non ostante che la vela a me più cara sia quella minimale dei piccoli ed economici "dingy" (e per di più non in regata), non si può rimanere indifferenti alla Vendee Globe, la regata attorno al mondo senza scalo per solitari, la cui partenza è avvenuta proprio ieri dalla francese Les Sables-d'Olonne.
Si, perchè se da una parte si parla di budget milionari, super sponsor, e organizzazioni mastodontiche, dall'altra c'è l'ultimissima tecnologia nautica e la sperimentazione messa sul banco di prova degli oceani. E alla fine -e questa è la parte più notevole-  c'è un uomo da solo, in bilico tra la sua tenacia e le sue paure, per tre lunghi mesi, attraverso gli Oceani e i mari Antartici. Vietato fermarsi, farsi aiutare, pena la squalifica. Partono in 29. 

SITO UFFICIALE QUI
LIVE TRACKING QUI
Video della partenza QUI

domenica 6 novembre 2016

Mira alla Vogalonga, il video

0 commenti
Finalmente montato il video della nostra partecipazione alla Vogalonga la scorsa primavera e già raccontata nel blog.
Buona visione!

giovedì 3 novembre 2016

Liguria sailing #1, Da Bocca di Magra a Levanto

6 commenti
[La giornata sta finendo]
Le mie Cinque Terre, come in una foto in negativo, rivelano un profilo e una dimensione che non ti immagini: non il verde, la terra e i borghi assopiti e affollati, ma  le onde che che sollevano Mira e si frangono sulla costa, rendendo tutto instabile e mutevole. Una prospettiva insolita. Le Cinque Terre le abbiamo navigate con nessuno attorno, eccetto un meraviglioso legno a due alberi incrociato davanti a Manarola. Cinque Terre fuori dal tempo.

Il sogno prende forma: le previsioni per il weekend danno molte nuvole e molta pioggia. Però danno il

giovedì 20 ottobre 2016

Preparativi per la traversata

0 commenti
 Tutto bene sabato scorso dopo il violento nubifragio abbattutosi sul ponente ligure. A Bocca di Magra ho ritrovato Mira in grande forma, perfettamente asciutta ben protetta dal funzionale telo bianco. 
Nel pomeriggio ne approffitto per un sopralluogo a Levanto, uno dei pochi punti della spettacolare ma inospitale costa ove è possibile attraccare (solo con mare buono). In effetti c'è un buon posto sul lato destro della spiaggia che sembra

martedì 18 ottobre 2016

Le carte dei sogni

0 commenti


E' bastata una telefonata al mitico Guido Grugnola per trovare la risposta: dopo un mese di grattacapi e dubbi su quale carta nautica usare per la imminente crociera costiera con MIRA, eccolo, ordinato ed appena consegnatomi, il KIT P1 del Istituto Idrografico della Marina, un kit composto da venti tavole di TUTTA LA COSTA LIGURE, in scala 1:30.000 e 1:100.000.
Ridossi, scogli, ancoraggi, relitti,  e quant'altro. Uno strumento potentissimo per navigare e per sognare.
Riflessione della sera: ma quante cose hanno in comune il kayak costiero e il campeggio nautico?

Bisogna crederci

2 commenti
Diluvio in autostrada, tergicristallo che roteano all'impazzata e dubbi: ..torniamo, oggi non è giornata! Invece la pioggia furiosa ( ma evidentemente localizzata) risparmia la roccia e noi.. arrampichiamo!

Domenica 9/10, con Silvia ed Ema,  a Montestrutto, con una prima parvenza di autunno.

Degno di nota il 5+ "Picche" salito da Silvia da prima di cordata.

venerdì 14 ottobre 2016

Tempesta sul Levante Ligure

0 commenti
Mira non si trova distante da qui. Per lei, cioè nella zona di La Spezia, il peggio dovrebbe essere capitato stasera tra le 20 e le 21. Speriamo bene.

La scia di Mira

2 commenti
Ecco le tracce GPS della due giorni del Golfo Dei Poeti, con qualche nota dei momento topici. 9,5 miglia il primo giorno e 13,5 il secondo. Vento da Ovest e da Nord-Ovest a seconda dei momenti.

Una piccola-grande avventura alla portata di qualsiasi deriva, opportunamente attrezzata.

[Giorno 1]


[Giorno 2]

martedì 11 ottobre 2016

Due giorni a vela nel Golfo dei Poeti

3 commenti
[Verso l'Isola del Tino]
Prima uscita nel Mar Ligure e prima volta in mare aperto con Mira. Due giorni da solo, con meteo stabile, ma come vedremo non senza sorprese. Dunque procediamo con ordine.
Sabato 10 Settembre. Tra le tre ore di macchina e le due che impiego per armare e varare Mira mollo gli ormeggi alle 14. L'assetto è quello da crociera con tanto di occorrente per passare una notte. In più questa volta ho con me il materiale da pesca e quello da apnea, giusto per non farmi mancare nulla.

Il primo miglio lo faccio a remi, lungo la foce del Magra essendo qui vietato l'uso della vela. Ci sono parecchie barche che escono oggi e il passaggio è un poco trafficato. Fuori dalla foce soffia un leggero ponentino (come da previsione) e armata la vela inizio una bella bolina per doppiare la Punta Bianca, promontorio calcareo che mi separa dal Golfo dei Poeti.

Ma ecco l'errore. Con l'intenzione di trovare vento stabile e disteso mi allontano dalla Punta puntando al largo: ma ottengo l'effetto opposto, incappando in un vento molto capriccioso in direzione ed intensità! In più allungo la strada

giovedì 6 ottobre 2016

L'avventura continua

0 commenti
[Sosta all' autogrill]
Il dado è tratto! Invece di riporre la creatura in garage, per proteggerla dall'umido dell'autunno, ci giochiamo una mano in più e andiamo ad annusare l'aria del mare e a toccare gli spruzzi salmastri del Golfo dei Poeti. 
Avventura in Laguna veneta a parte, questo sarà per Mira il battesimo del mare, con tutte le sue variabili e difficoltà. Un gioco molto più grande di quello giocato finora, soprattutto pensando alla crociera costiera, sogno nel

mercoledì 5 ottobre 2016

Il mare chiama

0 commenti
[Lo scoglio del Mille]

Meteo sul weekend non favorevole ad una uscita su Mira. Tuttavia domenica mattina era ben buono almeno per un bagno. 

Non ho resistito. Torino-Genova e una sessione di apnea di 45' davanti allo scoglio dei Mille di Quarto. Pochissima gente, mare calmo, acqua  mite.  Impagabile.

sabato 1 ottobre 2016

Roccia d'autunno

0 commenti

25 Settembre, tempo bello, sole piacevole. Montestrutto è un classico per questa stagione e lo si vede dall'affollamento. Tuttavia il prato alla base è grande, la gente piacevole e le vie non sono affollate. Siamo venuti tutti e quattro oggi, per prendere una boccata d'ossigeno dopo l'inizio delle scuole (e i primi compiti) e la settimana lavorativa.
Silvia è particolarmente motivata e sale con determinazione ben 9 tiri fino al 5+ quasi tutti da prima, fatto insolito per lei.

I ragazzi da secondi su qualche tiro, ma molto tempo lo trascorrono giocando assieme sul prato, purtroppo anche con l'odiato telefonino.
Molto rilassante.

giovedì 29 settembre 2016

Mira e il fantastico giro del Lago di Como (parte 3/3)

4 commenti
[Risveglio]
Sabato 27 Agosto. Buon risveglio a bordo, dopo alla notte trascorsa alla boa sotto alla tetra Villa Troubeskoj a Blevio. In realtà ieri sera ho faticato a prendere sonno e non solo a causa della posizione scomoda (in due c'è veramente poco spazio) ma anche per le mani indolenzite. Ma la stanchezza generale alla fine ha consentito un sonno riposante.

Ci prendiamo tutto il tempo per la colazione e i preparativi. Oggi si torna a Colico (almeno ci proviamo) e navigheremo sempre puntando a Nord.
Da Blevio prendiamo il largo con un leggero Tivano, quindi di bolina. Ma dura poco.

giovedì 22 settembre 2016

Mira e il fantastico giro del Lago di Como (parte 2/3)

2 commenti
[Sveglia su Mira]
Venerdì 26 Agosto, ore 7. Non ostante non sia proprio come dormire nel proprio letto, la notte su Mira (la prima in assoluto) è stata più che accettabile. Dunque, colzione, lavaggio denti e di nuovo in rotta risalendo un debole Tivano. Sono di nuovo a remi e passo sotto la punta di Bellagio. Alle 11 inizio a risaire il ramo di Como, molto temuto per storie di bonacce infinite, insomma, i Doldrums del Lago di Como!
In effetti tien fede alla sua fama e poco prima dell'Isola Comacina devo armare i remi e vogare, vogare, vogare. vogare... Davanti a Nesso, proprio dopo aver superato

mercoledì 21 settembre 2016

Voglia di bici

0 commenti

Tempo pazzerello domenica scorsa,  quando partiti con le nuvole basse ci prendiamo prima la pioggia e poi il sole. A Casalborgone ci concediamo una foto nella piazza del paese prima di iniziare il ritorno.
60Km da tranquilli. Ma che belli!

martedì 20 settembre 2016

Mira e il fantastico giro del Lago di Como (parte 1/3)

2 commenti
[Porticciolo comunale di Lecco]
E' dall'anno scorso che penso a questo giro.. Ultimi tre giorni di ferie e il tempo è stabile: ora o mai più... Si parte!

Giovedì 25 Agosto, ore 6. Silvia mi accompagna al circolo per aiutarmi ad armare e vedermi partire. L'ora è la più opportuna per sfruttare al massimo i venti portanti. Parto con un soffio di Muntiva, che subito si spegne. Arriva dopo poco il previsto Tivano, da Nord-Est. Inizia lento, poi aumenta fino a stendersi uniformemente. Il vento è di poppa: come d'incanto nella nebbiolina del mattino. Incrocio due barche di pescatori. Sfilano via a 3 poi a 4 nodi Piona, la Malpensata, Dervio, Bellano. Davanti a Menaggio inizia a mollare. Finisce. Un po' di remi e mi ritrovo senza problemi davanti a Bellagio. Sono le 12. E' già un successo.

Vorrei entrare nell'esclusivo porticciolo ma grossi cartelli di divieto mi dissuadono. Sono molto contento della strada fatta fin qui. Inoltre sembra già iniziare la Breva.
Dubbio del giorno: imbocco il ramo di Lecco o quello di Como? Penso di essere fortunato se posso permettermi il lusso di avere questo genere di dubbi! E oggi me lo permetto! Lecco sia.
Ma la Breva mi tradisce: primo pomeriggio, bonaccia persa e in più sole a picco. Mi cospargo di crema e armo i remi. Vado avanti per circa un ora concedendomi un bagno rinfrescante esattamente in mezzo al lago. Infine

venerdì 16 settembre 2016

Ragazzi nel vento

0 commenti
 Bella esperienza estiva per Carola, impegnata con il corso di windsurf ed Ema con quello di Optimist al GEAS sul Lago di Como.
Un ringraziamento a tutto il professionalissimo e simpatico corpo istruttori.



martedì 13 settembre 2016

Engadina per tutti i gusti

0 commenti
22-23 Agosto, noi quattro in alta Engadina con un programma sportivo e culturale: primo giorno gita al Rif. Boval, una classicissima passeggiata di 2 ore su morena, al cospetto dell'imponente versante Nord glaciale del Bernina. 
Durante la sosta al Rifugio assistiamo al recupero di un alpinista sul Pizzo Bianco (anticima del Bernina) della Biancograt da parte di un elicottero del Soccorso Svizzero.
La notte la trascorriamo all'eccezionale (per quota, posizione e pure per la rigitità delle temperature!) Camping Morteratch ove collaudiamo la

lunedì 12 settembre 2016

La costruzione di MIRA

0 commenti

Nove mesi condensati in poco più di tre minuti! Video che ripercorre la costruzione, assemblaggio, verniciatura, varo e navigazione del mio Goat Island Skiff, battezzato MIRA.
Una foto-guida per chi vorrà cimentarsi nell'avventura dell'autocostruzione. Ricordo che i Goat Island in Italia ad oggi sono solo due.. avanti il prossimo!

lunedì 5 settembre 2016

Apnea di fine estate

0 commenti

Genova. Scorso weekend di visita ai nonni ma con ben quattro lunghi bagni (oltre 1h) da solo o in compagnia di Silvia e i ragazzi. Gli scogli sono quelli di Capo Santa Chiara e la spiaggetta, da noi battezzata "del naufrago" è raggiungibile solo con arrampicata mista a passaggi su scogli lepeghi: infatti sia sabato che domenica la troviamo deserta! Evviva le barriere naturali!

sabato 3 settembre 2016

Pollux et Castor

2 commenti
28-29 Luglio.
In rispettosa visita ai due figli di Zeus, concatenati per i loro versanti più docili. Due lunghe giornate tra le grandiose vette del Monte Rosa, con Silvia.

Lasciamo l'auto a Saint Jaques, in cima alla Val d'Ayas. Per sentiero saliamo al Piano di Verra Inferiore, quindi ai pascoli del Pian di Verra Superiore, quindi lunga e solitaria morena fino al Rif. Mezzalama e ancora su fino al Rif. Guide d'Ayas (circa 5h in totale).

La sveglia suona alle 4,

mercoledì 10 agosto 2016

Monte Legnone (2609 m.)

2 commenti
23 Luglio. Gita pomeridiana, strappata al maltempo, con partenza sotto alla pioggia battente ma con una previsione di legggero miglioramento per fortuna verificatosi.
Partenza classica dai Roccoli-Lorla per seguire la cresta Ovest passando per l'alpeggio di Agrogno, la Porta dei Merli, la Ca' de Legn e l'anticima. 
Panorama fantastico su Colico e tutto il Lago di Como fino all'isola Comacina. Sempre bello ritornare quassù ogni tanto. Bellissimo con Silvia.

martedì 9 agosto 2016

Traversata del Pelvoux (3943 m.)

0 commenti
Di nuovo in alta quota, questa volta in Francia, negli Ecrins.. Sabato 9 Luglio, lasciata l'auto nell'incantevole località di Ailefroide (1500m.) faccio una gran fatica a salire sotto il sole sole a picco, anche se lo zaino non è poi così pesante. Silvia pare più a suo agio e mi precede lungo il sentiero. Il Rif. dei Pelvoux (2704 m.) è accogliente e il suo gestore molto cordiale. Siamo in compagnia degli amici pinerolesi Marco e Mirella e dei genovesi Lorenzo ed Enrico, più iuna ventina di persone dei CAI di Pinerolo e CAI Cumiana. Eh si, è questa una "signora" gita sociale!
Cena serena e notte passabile. Sveglie alle 3, colazione e via sulle prime roccette dietro al rifugio e

lunedì 25 luglio 2016

Polisportiva London

0 commenti
29 Giugno - 4 Luglio. Weekend luuuungo a Londra! I ragazzi non stavano più nella pelle e RyanAir ha fatto il resto (40€ a testa a/r). Siamo con super-amici polisportivi Nicola e Chiara. Quattro giorni pieni pieni, tra famosi musei (gratuiti), strade mitiche, mercatini e parchi.

Ottimo alloggiamento al centralissimo Ridgemount Hotel, a gestione familiare (135£/giorno per una stanza da 4, inclusa colazione).

Cosa c'entra con la Polisportiva? No, è che ho camminato tanto, come non mi capitava più (eh si, sono ormai solo "auto e ufficio")!

venerdì 22 luglio 2016

Quinzeina, grandine e burro

0 commenti
19 Giugno. Con Silvia ed Emanuele, tentativo alla bella Quinzeina, monte situato proprio all'ingresso della Valle dell'Orco.
"Non si può restare a casa anche oggi!" Urge of going ... cantava Joni forse provando la medesima sensazione. Con faccia tosta sfidiamo le previsioni già non belle, ma ..la Realtà è ancor più brutta! Lasciata l'auto poco sopra al Santuario di Santa Elisabetta, il cielo si copre nel giro di un'oretta.. non un tuono o un lampo ma una prima raffica di vento freddo e poi la grandine. Mangiamo il nostro panino riparati sotto ad un sasso a spiovente. Il groppo passa lasciando il cielo grigio e chiuso e una pioggerella fine.
Oggi meglio tornare sui nostri passi. Giù sotto c'è un alpeggio e chissà che non abbiano da venderci un po' di buon burro.

sabato 25 giugno 2016

100 Vele di Viverone: siamo terzi!

3 commenti

Faccio fatica ad aggiornare il blog anche con le notizie più belle! Domenica 5 Giugno siamo arrivati terzi di classe alla veleggiata organizzata sul "nostro" lago. Una regata estenuante, con pochissimo vento e un unico pensiero: crederci! Un percorso a triangolo in cui, per ironia della sorte, ad ogni lato il poco vento girava di bolina! Ci abbiamo creduto e siamo stati premiati, visto Ema?


Classifica per il Goat Island Skiff MIRA:
25° assoluti su 45
3° di classe "singoli" su 7.

Bravi i ragazzi dell' AVNO ad organizzare al meglio tutta la manifestazione, inclusa la partecipata premiazione con rinfresco finale.

venerdì 3 giugno 2016

Polisportiva flying circus

0 commenti

Mi viene il dubbio che Carola abbia inconsciamente scelto di far rivivere i fasti dell'antichissimo e mitico Circo Franconi. Dopo una esperienza con la ginnastica artistica e la passione per i cavalli e l'equitazione, eccola qui alla prova con le arti circensi, qui in particolare con i tessuti.

In effetti ci sarebbe una certa probabilità di avere qualche antenato nel famoso circo..

martedì 31 maggio 2016

Classifica Velalonga 2016

3 commenti
Uscite finalmente le classifiche della Velalonga, suddivise per la regata e la veleggiata.


Mira, iscritta come LNI Torino, se la cava con un ottimo 5° posto su 19 nella categoria "open 550". Piccolo errore nella dicitura dell'equipaggio in quanto al posto di Silvia era presente Carola (con ruolo di tattico).
La nostra traccia GPS rivela la lunga bolina con virate sempre più frequenti e il lungo gran lasco finale, lasciando ben intuire la direzione del vento (da Sud Est).

Volendo tentare una analisi abbiamo probabilmente sofferto alcuni bordi di bolina in cui ho stretto troppo il vento a discapito della velocità (un segnavento o dei filetti sulla

giovedì 26 maggio 2016

Mira alla Velalonga di Venezia

0 commenti
[Mira inseguita da una Sanpierota]
Proseguono le mirabolanti avventure di Mira: conclusa la Vogalonga, siamo rientrati a casa lasciando la creatura rimessata in laguna. Il diabolico piano infatti prevede di tornare il weekend successivo per fare anche la Velalonga.

E' stato come in una operazione di commando: sveglia Sabato alle 4:30 e partenza per Venezia (con l'albero e tutto l'armo velico al seguito). Domenica Velalonga e viaggio di rientro con scarico barca a Viverone a mezzanotte e a letto alle 2 del mattino di Lunedì! Weekend quasi epico, ma alla fine tutto si è svolto nel migliore dei modi.

Sabato 21. Dopo la micidiale sveglia che vede Ema partire in pigiama, il viaggio procede

venerdì 20 maggio 2016

Mira alla Vogalonga 2016

6 commenti
[Isola di Burano in vista!]
Weekend rocambolesco e indimenticabile quello scorso, per la prima volta alla Vogalonga, manifestazione storica di voga giunta alla 42° edizione. Giungiamo con Mira (Goat Island Skiff autocostruito) sul tetto dopo aver recuperato il prezioso timoniere Ema a Mantova in gita scolastica! Il viaggio procede lento ma senza problemi fino a Mestre, Camping Venezia, accogliente e funzionale e pieno di vogatori e barche da tutte le nazioni. 
Sabato ci vede intenti nella scelta della logistica, la fase più delicata da affrontare. Conviene portar la barca a

mercoledì 18 maggio 2016

Vogalonga 2016 - Momento magico prima della partenza

0 commenti


15 Maggio: girato col cellulare a bordo di Mira davanti alla Chiesa della Salute.

giovedì 12 maggio 2016

Vogalonga e tensione

2 commenti
Comincia a salire la tensione per la trasferta a Venezia e la prova -speriamo non troppo dura - della Vogalonga con Mira armata dei soli remi, lungo 31 Km di laguna e canali. Lo zampino potrebbe mettercelo il meteo, previsto decisamente instabile, con pioggia e vento in agguato. Mi auguro di non arrivare alle condizioni di qualche edizione fa, che falcidiarono la flotta.
Intanto le iscrizioni si sono chiuse a quota 1800 barche! Sarà un delirio. Speriamo di non dover arrivare all'arrembaggio!

lunedì 9 maggio 2016

Nuova gara e regolamento misterioso

2 commenti
Un'altra gara di equitazione per Carola in quel di Caravino, ridente e bucolico sito canavesano. Bisogna sapere che le gare di salto di svolgono per categorie di altezza (da 40 cm in su, ogni 10 cm) ma solo da un'altezza di 100 cm si cominciano a prendere i tempi di percorso. Sotto ai 100 cm si contano solo le eventuali penalità. Essendo che gli ostacoli sono bassi il cavallo li salta da solo facilmente, nelle categorie più basse i concorrenti arrivano facilmente primi a parimerito! Non mi spiego del motivo di questa volontaria rinuncia a considerare i tempi, che peraltro vengono presi con le celle fotoelettriche.

Dunque, "percorso netto" per Carola che corre in categoria 60 e ..prima con coppa!

Se qualcuno avesse una spiegazione del perchè di questo strano regolamento, ci faccia sapere!

In prima mondiale, il video di gara:

venerdì 29 aprile 2016

Forever young

0 commenti
[Equipaggio]
Con un equipaggio così ti possono capitare due cose: o ti senti irrimediabilmente vecchio e inadeguato, o ti pervade uno spirito di eterna giovinezza. Lunedì scorso, fortunatamente, mi è toccata la seconda.
Cinque ore di vagabondaggio su Mira assieme a Emanuele, Anita e Delia in una giornata radiosa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.