martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale ..polisportivo!

10 commenti
agli sportivi praticanti di ogni sport,
a chi insegue la passione,
e non solo il risultato,
a chi si impegna,
a chi si fa guidare dagli altri,
a chi guida e trascina i compagni,

Un sereno Natale assieme ai Vostri cari,

TANTI AUGURI A TUTTI!

venerdì 20 dicembre 2013

mercoledì 18 dicembre 2013

Livigno e la mia Sgambeda 2013

9 commenti
Decisione presa l'ultimo giorno utile per l'iscrizione, sistemazione per la notte trovata al pelo, tra un tutto esaurito generale, cinque ore di macchina..ed ecco Livigno.
Posto strano Livigno, affascinante forse per i suoi particolari contrasti, tanta natura, l'aria "sottile" dei 1800 m. almeno per chi nome me che arriva dalla pianura, spesso tanto freddo e tanti Km di neve da far scorrere sotto agli sci e dentro agli occhi.
E così se da una parte c'è lo sci di fondo, da discesa, la neve, gli sport, dall'altro c'è il porto franco, lo smercio frenetico di una moltitudine di attività commerciali che non conoscono crisi. Tanti soldi, che portano anche quello che di brutto ci si può immaginare, tra tutto l'abuso di superalcolici. Basta fare un giro in paese a tarda ora per rendersene conto.

lunedì 9 dicembre 2013

A spasso con Olivia

2 commenti


Ecco montato il video dell'ultima uscita in mare di qualche settimana fa.

Monte Pintas (2540 m.)

2 commenti
Silvia ha collaudato oggi sul Monte Pintas gli scarponi nuovi.. e non solo! Anche gli sci, gli attacchi e le pelli presi usati in super offerta... Per fortuna tutto ha funzionato al meglio e con grande soddisfazione.
Per i più tecnici, tutto Dynafit.

martedì 3 dicembre 2013

Video tributo al vincitore della Minitransat 2013

0 commenti

Arrivée de Benoît Marie - 1er Décembre 2013 by minitransat

Domenica scorsa è arrivato nel porto caraibico di Point-a-Pitre il vincitore della Minitransat 2013, Benoit Marie, purtroppo soffiando la vittoria al nostro fortissimo Giancarlo Pedote.
Tutti e due hanno dimostrato grande carattere e classe. Il video è dovuto. Bravo Benoit!

domenica 1 dicembre 2013

Cima delle Liste (2737 m.)

2 commenti
Prima gita con gli sci per Silvia.

Sole, neve farina e finalmente una sana stanchezza.
La valle di Prali offre numerose gite, la più gettonata è forse proprio Cima delle Liste (m. 2737).
Partenza da Indritti, ma discesa su Ghigo.
Rientro a casa ancora con il sole alto come piace a me.
In compagnia di Alberto e numerosi altri amici trovati lungo il percorso.


Ayas sci fondo, apertura di stagione

0 commenti
Inaugurata ieri la stagione di sci di fondo in una giornata ci cielo coperto e qualche fiocco di neve. Aria a 0/-1 e neve fresca (e un po' di artificiale), come immaginavo abbastanza lenta e faticosa. Primo giorno di apertura delle piste e pochissima affluenza di gente.

Piste di Brusson. Fatti 12Km in classico, sciolinando con solo stick viola 0/-2. Pista perfetta. Spianata antistante al Foyer du Fond, è ideale per affinare i passi, mentre dirigendosi verso Extrapieraz si fa un bell'anello facile con pendenze moderate (5Km). Dirigendosi invece verso valle i dislivelli sono più netti (pista Trois Villages, 5Km) e per divertirsi bisogna essere ben allenati. Manca ancora la parte più bassa dell'anello.
Giornaliero a 7€. Possibilità di affittare ottima attrezzatura (completo per bimbo/ragazzo 13€). Stagionale, valido su tutte le piste della Val d'Aosta, a 70€.

domenica 24 novembre 2013

La Fratellanza si è riunita

0 commenti
La Fratellanza, si è riunita lo scorso weekend a Genova, nel Porto Antico. Soffia una fredda tramontana che, insinuandosi tra le case spara sulla darsena brevi e violente raffiche. In breve prendiamo possesso di Olivia, un First 31.7 ancorato proprio davanti al noto sommergibile Nazario Sauro [Si sa che i pirati han sempre bisogno di una nave]. Si mollano gli ormeggi, l'uscita del porto è presto raggiunta e si dà vela. 
Alla via così, per due giorni, tra sole abbagliante (sabato) e grige nubi stratificate (domenica), ma sempre giocando con la tramontana e le sue improvvise raffiche.

giovedì 10 ottobre 2013

C'è da spostare una barca

6 commenti
Ingeborg è una barca di quelle che non se ne vedono più. Costruita in Svezia nel 1971, lo scafo fatto con la prima vetroresina, sapientemente raccordata col ponte di teak. Il resto è tutto mogano, fuori e dentro. Dentro si respira l’aria del Mare del Nord, dell’Atlantico, del Mar Rosso, del Golfo di Aden, dei mari che ha solcato nella sua avventurosa storia. Ingeborg ha una linea da capogiro.
E la sua storia continua.

San Vito lo Capo. E’ Ottobre e qui è ancora estate, sole caldo e costume da

venerdì 9 agosto 2013

Livorno-Viareggio a vela: the movie

6 commenti


Filmino-ricordo del weekend del 15-16 Giugno, già raccontato nel precedente post.

Si ringraziano nell'ordine:

mercoledì 7 agosto 2013

Cresta Rey alla Punta Tzan (3320 m)

2 commenti
[Avvicinamento bucolico]
23-24 Luglio. Scesi dalla Becca di Epicoun, ci concediamo una giornata rigenerante al bel campeggio Gran Combin in località Valpelline, con qualche tiro alla vicina falesia di Vaud. Ci apprestiamo quindi ai preparativi per la salita della prossima meta, famosa Cresta Est della Tzan. E’ una classica via di III grado, 420 m. su roccia ottima, ma con sviluppo molto maggiore. Malgrado la relazione della via di salita non desti particolari preoccupazioni, la vista della Punta può ..impensierire, in quanto a verticalità e severità. Inoltre la discesa presenta –a scelta- due possibilità opposte, entrambe da non sottovalutare:

lunedì 5 agosto 2013

Becca d'Epicoun (3.529 m)

4 commenti
20/21 Luglio 2013. Come tanti anni fa, da soli, senza troppi pensieri se non quello di un monte da salire. Anzi, con una intera settimana da inventare assieme, noi due, per monti.

Così con Silvia alla becca, già tentata nel 2009 e allora fallita per una prepotente perturbazione di confine. Questa volta tempo è previsto bello ma con l’incognita dei soliti temporali serali. Valpelline. Saliamo da Ruz al Bivacco Spataro. Nessuno in giro: solitudine e silenzio se non per il suono dell’acqua della vicina cascata e della pioggia che alla sera batte sul tetto in lamiera. Con tranquillità spendiamo le ultime ore della giornata a riposarci, studiando il percorso per l’indomani. Un percorso circolare, che passa

mercoledì 17 luglio 2013

Monte Emilius (3559 m), due in vetta

9 commenti
Cercando il cristallo più bello arrivò fino in vetta all’Emilius. Questa è la storia di Emanuele, bambino sognatore e raccoglitore di sassi. Partiamo tutti e quattro da Torino sabato dopo pranzo, con buone previsioni meteo. Tenda e fornello al seguito per ridurre i costi e amplificare la sensazione di libertà che la montagna può dare. Tanto al rifugio hanno detto che sono al completo...

Ci concediamo invece la corsa in seggiovia da Pila (1814 m.) a Chamolè (2300 m.) , proprio sopra ai vorticosi percorsi di downhill, per i ciclisti che d’estate qui sostituiscono con

lunedì 8 luglio 2013

Skiroll al Forte di Fenestrelle

6 commenti
Domenica, ore 14. Salita in skiroll della strada che da fondovalle (Loc. Chambons) sale verso Pra Catinat e oltre, fino all’altezza della cima del Forte di Fenestrelle. Tanto sole e afa, su un asfalto di qualità mediocre e  a pendenza costante. Salgo a ritmo blando, già affaticato dalla salita a Superga di ieri (skiroll) e dalla gara serale di Corristella di venerdì sera.





[altimetria del percorso]
Lunghezza: 7,0 Km
Dislivello: 670 m
Pendenza media: 9,6%
N. tornanti: 10.
Tempo: 1h 00’23”
Stile: alternato

Al mattino, invece eravamo tutti e

venerdì 5 luglio 2013

Corristella, quattro son sempre quattro

0 commenti
Ritorno alle brevi gare podistiche serali: Corristella, in località Stella appunto. Stasera c'ero anch'io dopo un lungo stop (è da Marzo che non gareggio). Quasi 6 Km piattissimi nelle calde (30°) campagne del Pinerolese. Non ostante tutto la sensazione è decente e tengo pure il ritmo fino alla fine.
Organizzazione molto buona della VigoneCheCorre, con tanto di più che onorevole pacco gara, docce lungo il percorso e pasta-party finale.

22'47" per 5,67 Km cioè 4'/Km . 19° assoluto.
Classifica provvisoria QUI

giovedì 4 luglio 2013

L'ultima frontiera del running

3 commenti
La corsa, verso il futuro.. Ma il futuro è a pochi passi.. basta non affondare. Lo chiamano “liquid mountaneering” forse perchè in montagna i laghi sono perfettamente tranquilli, senza onde e forse perchè alle basse temperature l’acqua aumenta la sua densità facilitando il corridore.. Fatto sta che oggi qualcuno, studiando e affinando il gesto, è in grado di …



martedì 2 luglio 2013

La Grande Ruine, Pointe Brevoort (3765 m.)

3 commenti
Dieci amici a formare un gruppo affiatato. Un angolo delle Alpi poco noto nel massiccio degli Ecrins. Gran gita, questa gita sociale del CAI Pinerolo, scelta ed organizzata da Marco, profondo conoscitore di questi posti affascinanti e ameni, ..solo per intenditori.

Si parte sabato, lungo un vallone sperduto e lunghissimo, in un ambiente d’alta montagna, incupito dalla pioggia, dalla nebbia e più tardi da una nevicata. Cinque ore dopo, 1500m più in alto e 12 Km più avanti, finalmente, il Rif. Adèle Planchard, in posizione sicura su un costone roccioso a 3169m. e ben gestito da una cordiale famiglia francese. Asciugati e rifocillati, ci si rilassa sorseggiando thè nelle ultime ore del pomeriggio nella speranza

lunedì 24 giugno 2013

In tre al Rif. Gastaldi (2659 m.)

4 commenti
San Giovanni oggi, giorno di festa per i torinesi... ma non per me, che lavoro e dunque son fuori dai giochi.
Rimangono Silvia e i due ragazzi che dedicano la giornata alla classica più escursione della Valle d'Ala di Lanzo: il Rifugio Gastaldi.
Giornata di bel tempo i pianura ma un po' disturbata in quota da qualche nuvolone e soprattutto dal forte vento dell'Ovest.

Essendo la prima gita della stagione, si spiega la debolezza generale della comitiva: i tre raggiungono il rifugio a stento e solo a prezzo di enormi sforzi.
La foto, che mostra Silvia intenta a scattare una foto, l'ho presa dall'ufficio tramite la webcam del rifugio: io li controllo i miei polli...

domenica 23 giugno 2013

A vela da Livorno a Viareggio, l'idillio

4 commenti
Uscita sul mitico barchino "CRIC" di Velamedicea, già organizzata per Aprile ma poi via via posticipata per mille motivi, primo tra tutti il meteo inclemente.
Questa volta il meteo è addirittura perfetto: Discesa verso Livorno già Venerdì pomeriggio. Con noi quattro c'è pure mio fratello, alias Zio Giò. Ore 20. Al Molo Mediceo di Livorno c'è già aria di vacanza, temperatura mite, l'odore del mare, un'orchestrina che suona in un locale non distante ci allieta durante i preparativi per la partenza.
Le condizioni sembrano ideali per tentare di raggiungere Viareggio, che si trova 20 miglia più a nord: avendo sempre navigato a Sud di Livorno, questa zona ci manca.
Cena e notte in barca, in gran relax.

Sabato 15. Molliamo gli ormeggi alle 9.30 e imbocchiamo l'uscita Nord del porto.

domenica 2 giugno 2013

Montestrutto, la cura

1 commenti
[Carola su Vega, 4+]
Primo weekend vero di bel tempo qui a Torino ( ma non è ancora alta pressione...). Anelo a scaldarmi al tepore del sole. Difficile equilibrismo tra due feste di compleanno dei bambini, ritagliamo una breve uscita pomeridiana a Montestrutto. Due ore di ossigeno, due tiri facili ma ..difficili (sigh,..) tanto sole per scacciare l'umido dalle ossa.
In compagnia degli amici Carlo, Elena, Francesco, Stefano e Vanessa

sabato 1 giugno 2013

Emanuele: judo e ginnastica

0 commenti
Giaveno: sabato 18 maggio
Emanuele disputa una gara di judo sotto gli occhi curiosi dello zio che si è accollato la partecipazione a questa kermesse. La pioggia battente ed il Giro d'Italia ce la mettono tutta per farci arrivare i ritardo, ma alla fine Emanuele riesce pure a salire sul podio in III posizione, bravo!!!


Torino: sabato 1 giugno
Emanuele viene convinto a partecipare al saggio di ginnastica. Si tratta di un numero svolto da 7 bambini, anzi precisiamo meglio: 6 bimbe ed 1 bimbo, Emanuele appunto. Nulla di tecnico o particolarmente virtuoso, ma di sicuro coreografico. 

domenica 26 maggio 2013

ginnastica per Carola: gara e saggio

0 commenti
12 maggio a Grugliasco.
La visibilità al'interno del palazzetto dello sport di Grugliasco non è adatta alla ginnastica artistica, lo stadio è concepito per la pallacanestro!!

Carola esegue un corpo libero degno di nota, si affossa - letteralmente - con il volteggio a causa di una luce tra i due materassi che le impediscono - a lei come alle altre della sua statura - di rialzarsi senza soluzione di continuità del gesto, pazienza... completa poi con una trave senza particolari inibizioni.
Alla fine è 4° su 16 partecipanti.


26 maggio a Borgaro.
Saggio di fine anno.
Tema i Mestieri. Carola è cameriera!
Carine e brave tutte quante!
E che pazienza e volontà queste maestre dell'Arsgymnica......
[postato da Silvia]

domenica 19 maggio 2013

Sentiero dei camosci 2013

0 commenti
Dopo aver tanto decantata la bellezza del percorso ad Elena, ecco che finalmente riusciamo a combinare di partire assieme per questa corsa in montagna.
La giornata ci regala anche il sole, una rarità in questo periodo, che ci accompagna lungo tutto il tragitto.
Rispetto all'anno precedente riesco ad ammirare anche il panorama, (l'anno scorso nebbia!!), ma ci impiego ben 8 minuti in più!!! Tragedia!!!

[postato da Silvia]

mercoledì 8 maggio 2013

Punta Valletta (anticima 3007 m.)

1 commenti
[Silvia al colle Tzase. Sullo sfondo l'anticima]
 Quando i nonni arrivano in visita, noi, come farfalle  farfalla e coleottero, si vola via.. In realtà sarebbero dovuti essere 4 giorni in Oberland, ma il meteo non ci dava speranza. Quindi accontentiamoci di questa breve gita con partenza da Pila in val d'Aosta. 
Con Silvia sono a risalire le piste da sci, deserte e desolate dopo la fine della stagione invernale, poi ancora su, lungo l'immacolato vallone che si chiude in alto con il colle Tzase (2820 m.). Nella notte ha debolmente rigelato ma la neve, ormai completamente trasformata, tiene bene. Il cielo è sereno, ma sappiamo che si guasterà presto.
Al colle Tzase ci si arriva con un ripido pendio che risaliamo coi ramponi. Dal colle, un'ampia dorsale porta all'anticima. Tre ore di comoda salita,

giovedì 25 aprile 2013

Proprietà privata: una soluzione

9 commenti
A chi non è capitato di andarsene in giro ed imbattersi in uno di quei bei cartelli che -con o senza catena di sbarramento- precludono il passaggio? Parlo proprio di quel cartello, "PROPRIETA' PRIVATA". Senza nessuno, senza motivo, solo per il gusto di farti notare che .. "qui è mmio!". Domenica mi sono concesso una bella corsa solitaria, ruspante, su in collina. Ritmo teso ma ancora godibile e in leggera progressione: salita per il sentiero n.27, giro attorno alla Basilica di Superga, e poi giù per il  sentiero n.29 ...ed eccolo lì, quasi in fondo alla vorticosa discesa ...nuovo, lindo, scintillante ..proprietà privata! Cosa dovrei fare? Risalire fino in cima???

Ci sono presone che sanno spiegare meglio di altre le cose. Jerome K. Jerome è una di queste. Proprio in questi giorni mi è ricapitato in mano il suo manuale "Tre uomini in barca" (1889) che  affronta magistralmente questo (e tanti altri) argomenti. Io mi sento di condividere il pensiero dell'autore:

... La vista di quei cartelli ha la capacità di risvegliare in me gli istinti peggiori. Provo il desiderio di strapparli ad un ad uno, e di inchiodarli sulla testa dell'uomo che li ha messi lì, uccidendolo, e poi di seppellirlo e metterli il cartello a guisa di lapide.
Quando accennai questi miei sentimenti ad Harris lui mi rispose che sarebbe andato addirittura oltre. Disse che non solo provava il desiderio di uccidere l'uomo che aveva voluto appendere quel cartello, ma che avrebbe voluto sterminargli anche la famiglia, gli amici e tutti i parenti fino all'ultimo, e poi bruciargli la casa. Questo a me sembrava un po' esagerato e glielo dissi, ma Harris rispose: "Nemmeno per sogno. Gli starebbe proprio bene, e per finire andrei a cantare canzoni comiche sulle rovine".

lunedì 22 aprile 2013

Ritocco stagionale

0 commenti

Primavera, tempo di cambiare la foto dell'head del blog. La primavera è tempo per fare tante cose. Per esempio per belle gite di scialpinismo: le giornate si sono allungate,  il sole è ormai caldo, la neve è ancora abbondante. Qui si era l'anno scorso al Petit Tournalin, una classica della Val Tournance, da Chenal. Silvia scarpina sulla destra...

sabato 20 aprile 2013

Emanuele fighting: da Giaveno con furore

4 commenti
Domenica scorsa. Sono sugli spalti del palazzetto sportivo di Giaveno, ove si sta tenendo una gara giovanile di Judo. Emanuele -8 anni- , seduto a bordo tappeto,  aspetta tranquillo il suo turno. Intanto assisto con un po' di disagio ai combattimenti in corso sui 5 tappeti disponibili. Vedo bambini che fanno volare bambini, bambini avvinghiati, bambini che rotolano, mentre seriosi ed eleganti giudici assegnano via via le vittorie. Devo ammettere che comunque tutti 'sti pupattoli sembrano divertirsi molto. Io invece non mi sento per niente tranquillo. Io non so niente di judo. Non ho mai praticato sport di combattimento, a pensarci neppure sport dove è previsto un contatto di qualche tipo. Eh si, sotto sotto ho paura per lui, lui che -di indole tranquilla- tempo fa mi aveva candidamente dichiarato la sua tattica di lotta: papà, io non attacco mai! Ma Emanuele, ..cosa dici??!?
Ecco che è il suo turno. Si alza, si porta sul tappeto [aria quasi assonnata]. Poverino, penso. Cenno del giudice. Inchino reciproco. Presa... alle mie spalle si alzano le urla dei sostenitori del piccolo avversario: genitori, zii, prozii: "BUTTALO GIUUUU!!, Quattro, forse cinque secondi ed Emanuele catapulta a terra il suo avversario. Una sola

domenica 14 aprile 2013

Rossa di Sea (2750 m.)

0 commenti
Gita con Mario B., Roberto D. e Gabriele M. e molti altri che si aggiungono o si incontrano!
Giornata di sole tosto e assenza di vento: molto caldo dunque.
Val d'Ala di Lanzo, Balme (1430m.): si parte alle 7.45 dall'auto passando da Bricco, il che implica un notevole portage (400 m. disl.?) e si è in punta (2750 m, la vetta sci alpinistica) alle 11. In vetta la montagne attorno brillano di neve che si trasforma e ci attardiamo a scendere. In discesa fino al piano di Ciamarella la neve è eccezionalmente bella, nel tratto di canale sopra il rif. Ciriè l'innevamento non è del tutto coprente, ma sciabilissimo, lungo il pian della Mussa si spinge su neve molle, ma

venerdì 5 aprile 2013

Alla scoperta di Roma

13 commenti
E' la capitale d'Italia e lo è stata del mondo. Sappiamo che i nostri 2 ragazzi sono interessati e io so di essere molto ignorante a riguardo. Urge porre rimedio. Una visita a Roma, s'ha da fare. Lo stile polisportivo impone il campeggio. Alla bassa pressione prevista per i prossimi giorni con centro proprio sul Lazio opponiamo una nuovissima super-tenda, giusto giusto da collaudare. E nel bagaglio trova posto l'attrezzatura sportiva: tutto per la corsa e l'indomabile slackline. Ho anche scovato un contatto con un circolo nautico locale per poter affittare una deriva per veleggiare sul lago alla sera. Purtroppo sarà quasi tutto inutile...ci usciranno solo due corse lungolago, peraltro molto bagnate! Ma procediamo con ordine.

mercoledì 27 marzo 2013

Tuttadritta 2013, contento di esserci

8 commenti
Domenica scorsa. Classica 10K torinese per l'occasione in versione grigio-pioggia. Sono accompagnato dai miei +3Kg che uniti allo scarso allenamento (ultimamente solo lenti) mi impongono una partenza nelle retrovie. Tuttavia sono molto contento di esserci, interpretando la mia presenza come un segno tangibile di un imminente ritorno (be', l'importante è essere convinti...)
Parto ovviamente nella calca (siamo 5000, dicono) e faccio i primi 2-3 Km a 5'. Poi la strada si libera un po' e mi assesto sui 4'15 per tutta la gara. Termino in 44' netti (esattamente 5' in più dell'ultima volta, nel 2011).

sabato 23 marzo 2013

gita a Punta di Prafourà (2362 m.) da Fraschietto

0 commenti
Con Luca, Teo e Luca B.. Gita in ambiente selvaggio, peccato che la visibilità sia andata diminuendo fino ad impedirci di raggiungere la vetta... ancora 200/300 m. di dislivello, ma non era proprio possibile...
la discesa mi ha impegnata non poco e la neve in basso era davvero scarsa.
Gita da ripetere in altre condizioni!

postato da silvia

giovedì 21 marzo 2013

M.te Frioland (2720 m.), la perfezione è possibile

4 commenti


Frioland, ..free o'land, ovvero la Terra Libera, per Uomini liberi..

Sabato scorso, appena prima della grande nevicata di fine inverno, piazzo questa inebriante gita. Il merito è tutto del mio amico polisportivo Carlo che mi tira giù dalla branda venerdì pomeriggio, con una gentile proposta, subito avvallata da mia moglie Silvia. Un rapido giro di telefonate serali permette di scegliere questa gita, compromesso tra minor rischio, miglior neve, e dislivello da 'uomini giusti'. In più avremo anche il piacere di un percorso quasi deserto, tutto per noi.

Per la prima volta nella stagione ci ungiamo per benino con crema protezione 30. E' già una cosa piacevole. Crissolo, nella bella Valle Po, e la sua Borgata, segnano l'inizio della salita. Si parte con poca neve e qualche passo scomodo (sci in mano) ma che ha avuto però in merito di dissuadere alcuni pretendenti al Monte Frioland.

Il ritmo di salita è buono, pur consentendo qualche pausa per fare le riprese video, e una animata discussione di fantapolitica, con ampie divagazioni sul neo eletto Papa Francesco.

La discesa, su neve sublime, non può essere descritta da parole umane. Solo il video può con difficoltà rendere l'idea. Si, la Perfezione è tra noi.

domenica 17 marzo 2013

Gara di ginnastica di Carola

0 commenti
Una giornata all'insegna del tempo brutto! Freddo e nevischio mentre si aspetta che il palazzetto dello Sport di Borgaro apra.
Carola non da il meglio al volteggio, che invece di solito azzecca, mentre presenta una trave pulita ed un decoroso corpo libero.
Conclude la gara decima su 20 partecipanti, brava Carola!

martedì 12 marzo 2013

Cross di Borgaretto

4 commenti
Domenica scorsa, bel cross di fine inverno. Tra le foschie del mattino per fortuna che c'era Silvia a tenere alta la bandiera polisportiva... Purtroppo (o per fortuna) la classifica non si trova.

foto via Podoandando, che ringrazio.

domenica 10 marzo 2013

Come cambiare i cuscinetti e le ruote ai pattini

6 commenti

Girare con i roller per le strade cittadine, coperte con tutte le qualità di asfalto significa accorgersi prima o poi che le ruote dei vostri roller si sono ridotte all'osso. E se inizialmente si può migliorare la situazione invertendo l'ordine delle ruote, alla fine non rimane altro che la sostituzione completa. Io ho recentemente montato delle ruote da 84 decathlon tipo "hard" e posso dire che vanno alla grande. Questo video spiega molto bene come fare.

mercoledì 6 marzo 2013

Cima Ferlette e Cote Belle

2 commenti
17 febbraio 2013
gita in Val Corsaglia, cima Ferlette (m. 2394), posto remoto ed inesplorato, c'è neve già da basso e il meteo ci supporta anche se ci nega la vista del mare....la parte centrale della discesa è superlativa: bosco ripido il giusto con 50 cm di farina da tracciare! Per il resto lungo, lungo avvicinamento e lungo traverso di neve mediocre.
Gita dell'ultimo minuto, con Mario sempre inossidabile.



domenica 3 marzo 2013

Cima delle Vallette (m. 2743)

3 commenti
Ieri gita sci-alpinistica in val di Susa con partenza poco sopra il Frais e salita su buona traccia nella neve fresca. In compagnia degli inossidabili Teo e Massimo e incrociando svariati gruppi di altri skialper.
La salita si svolge come di consueto in un clima generale bucolico e scherzoso, che nasconde però un estremo impegno competitivo: evidente che tutti (una trentina tra sciatori e tavolisti), pur col sorriso sulle labbra e la battuta pronta, tirano come animali! Io copro i 1150 m. di dislivello in circa 2h10' compresa una breve sosta sotto al risaltino finale ove, in preda ad un attacco di fame, sbrano una barretta, mentre mio malgrado subisco alcuni sorpassi. Vetta larga e accogliente, senza vento e con vista spettacolare sulla vicina Cima di Ciantiplagna e le vette circostanti.
In discesa le condizioni della neve sarebbero perfette per il mio telemark, ma in attesa di imparare la tecnica decentemente- sono costretto ad arrangiarmi al meglio. 30/40 cm di neve fresca e un ripida valletta sono comunque vere emozioni.
Video ricordo della giornata:

venerdì 22 febbraio 2013

Lungo la costa etrusca (trailer)

4 commenti

Siccome non riesco a montare decentemente il video intero, mi accontento per ora di un brevissimo trailer, così per creare un po' di attesa.

E' stato a fine Novembre. Partenza da Livorno a bordo di Cric (un First 21.7): tre amici, un po' di strumenti musicali e davanti quattro giorni tutti da inventare. Una piccola avventura al largo della costa tra Livorno e Baratti.

Grazie a www.velamedicea.it

venerdì 15 febbraio 2013

Dedica nel giorno di San Valentino

3 commenti
Silvia intenta all'arte del ricamo. 

mercoledì 13 febbraio 2013

Corsa sulla neve

2 commenti
Ieri sera ho corso lungo la ciclabile del Po, coperta per lunghi tratti da uno strato compatto di neve. La neve assorbiva i rumori della città lasciando passare solo il suono dell'acqua del fiume. Era una condizione surreale, molto particolare. Anche il mio ginocchio, ancora infortunato, si è fatto dimenticare per un po'.

Solo un lento di 40', ma che meraviglia...

giovedì 7 febbraio 2013

Vendeé Globe: il rovesciamento di Acciona

0 commenti

Le sauvetage de Javier Sanso di VendeeGlobeTV

Oggi, 88° giorno di regata si registra l'arrivo al traguardo del francese Jean Le Cam, quinto posto. Più indietro, in pieno atlantico si consuma la tragedia, per fortuna a lieto fine, dello spagnolo Javier Sansò. Si trova circa tra le Azzorre e le Canarie. La sua barca Acciona 100% Ecopowered si è comportata molto bene fino a questo momento ma ora accade quello che credo sia l'incubo di ogni concorrente di questa lunga regata: la perdita totale della deriva e del bulbo.

Tutto è successo tutto così in fretta. ..Verso mezzogiorno ieri stavo navigando di bolina a circa 20 nodi di vento da NE. Improvvisamente,

martedì 5 febbraio 2013

Sul Ciotto Mien (2378 m.)

1 commenti
[Postato da Silvia, ..meglio precisare]


Grande giornata.

Dopo i soliti mille dubbi della serie si va o non si va e se si va con chi, alla fine la mitica Paola (conosciuta poche settimane fa), mi tira dalla sua parte, quella dei giusti: si è già messa d'accordo con Elena per andare.
Ok, ci si trova in Torino e si fa una macchinata -la mia - poi si capirà il perché di questa precisazione. La destinazione è il cuneese, in particolare Limonetto: poi li si deciderà il da farsi; la scelta della zona è stata fatta in base al grado di trasformazione della neve, per cui sicuramente a sud e in base alla non voglia di cammallare gli sci in spalla. Per cui

domenica 3 febbraio 2013

L'insegnamento di Pete

3 commenti
Dopo un lungo periodo trascorso senza più leggere libri, mi è stato proposto questo "La Corsa nel Vento". E' racconto di un pezzo di vita -molto avventurosa- di un appassionato velista inglese, Pete Goss. Un libro scorrevole e appassionante, un uomo 'normale' che lotta contro le avversità della vita per realizzare il suo sogno: correre la Vendeé Globe, la regata attorno al mondo in solitaria e senza scalo. 
Con la tenacia e l'aiuto di tanti amici contagiati dalla sfida, riesce a correre l'edizione del 1996. La massima dell'autore citata nell'epilogo riassume tutto il senso del libro:

La vita è sospesa ad un filo molto sottile e il cancro del tempo è l'autocompiacimento. Se volete fare qualcosa, fatela subito. Domani è troppo tardi.

sabato 2 febbraio 2013

gite di scialpinismo

4 commenti
Qui di seguito le foto di 3 gite fatte da Silvia nelle ultime settimane:

16 dicembre 2012  - Gita a Pian della Fiera
con i miei ex compagni di corso e di gite!


salendo

lunedì 28 gennaio 2013

Pericolosa inattività

5 commenti
Lentamente, molto lentamente il ginocchio ha ripreso a migliorare. Io faccio buon viso a cattivo gioco: due settimane di inattività sportiva e due lunghe trasferte lavorative trascorse zoppicando e mangiando mi hanno regalato +3 Kg sul mio peso abituale.. POSSIBILE?
E mentre i corpo bene o male riposa, la fantasia galoppa e nella testa si accavallano molteplici possibili o improbabili programmi sportivi e culturali per l'anno appena iniziato. Sarà fattibile la MarciagranParadiso tra due settimane? E qualche giorno di scialpinismo nell'Oberland, fino ad oggi a noi sconosciuto? E un cascata

lunedì 21 gennaio 2013

Quanto vorrei correre..

12 commenti
E' incredibile quanto sia invalidante un ginocchio infortunato. Una stupida caduta coi roller, una bella botta. Eh si, non praticando alcuno sport di contatto va a finire che il corpo non è più abituato ad incassare i colpi del destino. Sono già passati 8 giorni e i miglioramenti sono stati minimi. Domenica prossima salterò la Marcialonga.

La caduta non è stata assolutamente scomposta, ma a questo punto non vorrei essermi fatto qualcosa di serio...

giovedì 17 gennaio 2013

Aggiornamento Vendeé Globe

20 commenti
Con oggi sono trascorsi 68 giorni da quando dalle Sables D'Olonne è stato dato il via a questa ardita corsa attorno al mondo per solitari. Dei 20 temerari che partirono, oggi ne sono rimasti 12, e la cosa che mi allibisce è che ai primi mancano circa 3000 miglia per tagliare il traguardo (che si trova sempre davanti alle Sables d'Olonne), cioè.. sono quasi arrivati!

Dei primi 4 ritiri avevo già scritto in un post precedente, qui un ulteriore breve aggiornamento sulle defezioni:
  • 18 Novembre: JÉRÉMIE BEYOU su Maître CoQ ha problemi con la deriva inclinabile, forse per un urto con un oggetto sommerso. Si rifugia alle Isole di Capo Verde ma è costretto al ritiro, non potendo riparare da solo il danno.
  • 21 Novembre: ZBIGNIEW GUTKOWSKI su ENERGA, in mezzo all'atlantico, è costretto a ritirarsi per problemi con l'autopilota.

mercoledì 16 gennaio 2013

Le cose sono cambiate

9 commenti
Dopo un bel po' di silenzio riprendo l'iniziativa e scrivo, su questo blog che da quasi 6 anni riporta le vicissitudini sportive, ma forse qualcosa di più, mie e della mia famiglia. A distogliermi sono stati un po' di cambiamenti, primo fra tutti il mio lavoro. Cambiamento del tutto inatteso, improvviso. Un'occasione da prendere o lasciare, un rischio e un'opportunità. Un salto al volo, da un treno a un altro.. Una volta lo avrei fatto facilmente, adesso ci ho dovuto pensare. Ho consumato energia. Ora le cose si sono un po' sistemate, forse. Il risultato è che non mi alleno più. Ma lo avevo previsto, mi ero preparato. Per ora va bene così. Al posto mio corre Silvia, con un impegno sempre più costante. Ma la voglia non va via, la passione continua.. a Natale ho avuto fortuna a Finale, un tiro a vista, inatteso, ho sciato a capodanno col telemark e una volta a Brusson con gli sci da fondo. Di notte sogno di vela, di sera accarezzo la chitarra. Carola fa tanta buona ginnastica artistica, Emanuele si difende nel judo. Qualche volta andiamo tutti  e quattro coi roller nel parco. Sabato ho fatto un bel volo e sono atterrato sul ginocchio. Mi ero scordato quanto fosse invalidante una botta ginocchio.. Forse sto invecchiando. No, c'era un sassolino.

giovedì 3 gennaio 2013

Compleanno!

9 commenti
ebbene sì, proprio oggi.
Sempre avanti, sempre al massimo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.