mercoledì 7 dicembre 2016

Liguria sailing #4, da Camogli a Genova

0 commenti

Lunedì 1 Novembre. Il risveglio cullato dal mare è sempre una bella sensazione. E' strano: non si può dire di dormirci comodamente su Mira, ma forse per la stanchezza accumulata durante il giorno o per la soddisfazione di esserci (mica da tutti, eh?), il risveglio è sempre assolutamente appagante.
Non ostante il programma per la giornata di oggi sia intenso, c'è tempo per tutto: lavaggio denti, riassetto attrezzatura e ..colazione al bar in piazza. Quattro chiacchiere con un abitante del luogo mentre ancora il borgo dorme e poi via, si mollano gli ormeggi. Oggi vorrei

martedì 6 dicembre 2016

VendeeGlobe, aggiornamento#4 - giorno29

0 commenti
A quasi un mese dalla partenza dalle coste francesi di Sables d'Olonne si sta tenendo un incredibile duello per la prima posizione: l'inglese Alex Thompson, pur con un'ala danneggiata e il francese Armel le Cleac'h. Navigano ormai alla longitudine dell'Australia e attualmente Alex è indierto di 90 miglia soltanto, un nulla rispetto alla distanza finora percorsa. Condizioni durissime pare laggiù nei mari del sud, sempre con velocità attorno e oltre i 20 nodi (quest'anno si avranno probabilmente tempi da record), e non pochi problemi per barche e concorrenti. 
Faccio un riassunto dei bollettini di guerra..
  • 13/11: Tanguy De La Motte rompe la testa dell'albero: inverte la rotta e rientra in Francia
  • 19/11: Bertrand de Broc si ritira dopo una collisione avvenuta al largo del Portogallo.
  • 22/11: Vincent Riou subisce un grave danno alla chiglia e si ritira  dirigendo su Cape Town.
  • 24/11:  Morgan Lagraviere si ritira in seguito alla rottura di un timone
  • 04/12: Kojiro Shiraishi disalbera mentre naviga di notte ed è costretto al ritiro.
Rimangono in gara 24 barche e 24 temerari skipper, alle prese con i Quaranta Ruggenti.

Qui un emozionante video che vede Armel le Cleac'h e Alex Thomson ripresi da un elicottero della marina Francese in uno dei posti più remoti della terra.

domenica 4 dicembre 2016

Silvia alla Testa del Grand Etret (3201 m.)

2 commenti
[Un mare... senza barche]
Sopra ad un mare di nuvole splende il sole. Silvia con gli amici Alberto, Davide, Luciano e Gabriele
Partenza da Pont Valsavaranche, gita con esposizione Nord, auspicio di buona neve ma certezza di assoluta ombra. 
Cima raggiunta per il colle Orientale.
Discesa su neve di qualità molto variabile, dalla polvere alla crosta, non sempre portante.

sabato 3 dicembre 2016

Benvenuti a bordo di Maserati Multi70!

0 commenti
Giovanni ci fa fare il "giro della barca". Per essere un 70 piedi c'è veramente poco, ma è la chiave di volta per... volare!



mercoledì 30 novembre 2016

La grande stagione di Mira

0 commenti
Posso ritenere chiusa la stagione 2016, la seconda stagione in assoluto per Mira, e rivedendo i numeri (scrupolosamente registrati su foglio excel) non posso che rallegrarmi:
  • 42 uscite per un totale di 158 ore in acqua
  • 409 miglia percorse (750 Km!) sia a vela che a remi (no motore) tra il Lago di Viverone, Lago

martedì 29 novembre 2016

La stagione delle riparazioni (e delle migliorie)

6 commenti
Siamo quasi arrivati all'inverno ed è iniziata la stagione delle riparazioni. Per chi ha vissuto l'esperienza dell'autocostruzione è naturale e pure piacevole prendersi un po' di tempo per sistemare tutti i piccoli danni da usura occorsi durante la bella stagione.
Ho iniziato con piccolissime dosi, mezzora alla sera, ogni tanto: pulire, cartavetrare, qualche pennellata di epossidica.

La teoria della barca di legno vuole che tutto il legno stia sempre ben ricoperto da almeno tre mani di resina epossidica. In pratica il

Mt. Jafferau, dopo l'alluvione

2 commenti
[Ema e Silvia salendo la parte alta]

Domenica 28, primo giorno di sole dopo l'alluvione che Venerdì che ha duramente colpito il Piemonte e in particolare la Val Chisone


Le condizioni della neve sono sicuramente delicate e in generale pericolose, con un limite nettissimo della quota d'innevamento: sotto a 1800 m. prati verdi, sopra un paesaggio bianchissimo e carico di neve 
fresca e umida. (In certe foto girate su internet oggi appariva quasi patagonico). Prudentemente scegliamo la gita allo Jafferau
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.