lunedì 8 luglio 2013

Skiroll al Forte di Fenestrelle

Domenica, ore 14. Salita in skiroll della strada che da fondovalle (Loc. Chambons) sale verso Pra Catinat e oltre, fino all’altezza della cima del Forte di Fenestrelle. Tanto sole e afa, su un asfalto di qualità mediocre e  a pendenza costante. Salgo a ritmo blando, già affaticato dalla salita a Superga di ieri (skiroll) e dalla gara serale di Corristella di venerdì sera.





[altimetria del percorso]
Lunghezza: 7,0 Km
Dislivello: 670 m
Pendenza media: 9,6%
N. tornanti: 10.
Tempo: 1h 00’23”
Stile: alternato

Al mattino, invece eravamo tutti e
quattro -più gli amici Alberto e Simone- alla visita guidata alla celebre fortezza di Fenerstrelle, la piccola muraglia cinese piemontese eretta nel 1700 a difesa dai francesi. Grande suggestione nel riviverne la storia raccontata dalla appassionata e simpatica guida.

Al pomeriggio: salita (con tanti amici) verso il Rif. Sellerie, ma solo fino alla Bergeria del Jouglard, ove un pastore ci mostra orgoglioso suoi animali tra cui un agnellino nato da appena due ore.

Notevole l’incontro totalmente casuale con lo stimatissimo blogger-filosofo Marianorun e famiglia anche loro in azione in zona.

[Alberto e Simone alla garitta del diavolo, Forte di Fenestrelle]

[skiroller ..stanco ma contento]

[stringendo amicizia..]

[nato da 2 ore]

[verdi pascoli]



6 commenti:

franchino ha detto...

Per trovar un pò di fresco credo che l'ideale sarebbe lo skiroll.... in downhill! :-D
Bei posti, io sabato sono andato a trovare lo Chaberton e dovrei tornarci questo sabato con amici, nel caso...

marianorun ha detto...

Enrico, tanto di cappello per la dinamicità delle tue imprese! Polisportivo nel più completo senso della parola!

Nel mio piccolo, vado di fantasia e mi limito a trascinare nella rarefazione della quota alpina le membra familiari e qualche idea di bellezza naturale (e salute mentale)...

Il nostro incontro fortuito ha dell'incredibile, anche perchè ad ogni auto che passava sullo sterrato ci giravamo di schiena (maledicendo gli sfaticati motorizzati), meno una volta, quella del vostro monovolume blu con porta scorrevole...

Grazie della recensione e del filosofo che non credo di meritare...

Spero un giorno di poterti incrociare in qualche impresa atletica comune, o familiare, visto che siamo così vicini di casa...

A presto, saluti a te e famigliola!
Mariano e c.







Mauro69 ha detto...

Caspita, sei venuto a skirollare nei dintorni della mia baita di montagna che si trova in borgata fondufaux, la prima che incontri salendo verso pracatinat. Anche io sono solito percorrere questa salita e la fatica la fa sempre da padrona su pendenze non impossibili ma che non mollano mai, sia in skiroll, sia di corsa che in bicicletta. Pensa che un mio amico ti ha scambiato per me, accostandoti e poi tirando dritto quando si è reso conto che non ero io ... ma dimmi un pò, hai deciso di preparare la nuova stagione fondistica in anticipo o è solo un bisogno di soddisfare la tua polisportività?

La Polisportiva ha detto...

Ciao Frank! Skiroll dowhill=morte al primo tornante!!! Mai stato all Chaberton, prima o poi.. pero nn credo in questo weekend.

La Polisportiva ha detto...

@mariano, come tu m'insegni, fantasia , idee di bellezza e salute mentale sono valori fondamentali!
Scusaci per il polverone, ma sotto nn si parcheggiava (lo abbiamo fatto 50m. dopo il ns. punto d'incontro). Comunque i rifugi con strada "carrozzabile" sono sempre gite a rischio :-(
Vedrai che capiterà d'incontrarci con le famigliole al seguito. Sarebbe bello.

La Polisportiva ha detto...

@Mauro69, accipicchia era.. la tua salita! Si, sono iscritto alla prossima Marcialonga e mi sento in dovere di fare qualcosa per non arrivare impreparato a Gennaio prossimo.
Inoltre collezionare valli in skiroll era un vecchio tarlo, che ancora lavora..:
http://polisportivafranconi.blogspot.it/2011/03/follia-rotelle.html

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.