martedì 13 settembre 2016

Engadina per tutti i gusti

22-23 Agosto, noi quattro in alta Engadina con un programma sportivo e culturale: primo giorno gita al Rif. Boval, una classicissima passeggiata di 2 ore su morena, al cospetto dell'imponente versante Nord glaciale del Bernina. 
Durante la sosta al Rifugio assistiamo al recupero di un alpinista sul Pizzo Bianco (anticima del Bernina) della Biancograt da parte di un elicottero del Soccorso Svizzero.
La notte la trascorriamo all'eccezionale (per quota, posizione e pure per la rigitità delle temperature!) Camping Morteratch ove collaudiamo la nuova tenda tecnica recentemente acquistata, Salewa Denali III, che va a sostituire la gloriosa Ferrino High Lab in servizio dal 1998 divenuta totalmente permeabile all'acqua (vedi avventura alla Vogalonga). 
Il giorno seguente, dopo due simbolici giri di corsa attorno al Lago di St Moritz, visitiamo il Museo di Giovanni Segantini. Raccolto, caratteristico e sempre molto emozioanante. 



[il sentiero è spesso un momento in cui i ragazzi si raccontano]
[da sinistra: i tre Pizzi Palu, i tre Bellavista, la Crastaguzza e ultimo il Bernina]

[Arrivo al rif. Boval]
[tenda nuova!!]

[pronti per la corsa: il lago di St. Mortitz sullo sfondo]
[Salendo al Museo Segantini]
[la struttura che ospita il Museo Segantini]

[una delle opere esposte: "Capriolo morto"]




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.