domenica 14 dicembre 2008

Sgambeda!

Se il 2007 è stata l'edizione del grande freddo, quest'anno è stata la volta della molta, molta, ma molta neve.

Venerdì 12. Viaggio in auto alla volta di Livigno sotto ad una incessante pioggia. A Bormio diventa nevicata e, montate le catene, risalgo il passo del Foscagno in un ambiente surreale: nel buio della sera i fiocchi che cadono, il fondo stradale, i bordi, gli abeti...tutto è inesorabilmente e appiccicosamente bianco.

Passata la dogana e il desolato e ventoso paese di Trepalle, scendo finalmente su Livigno (urk..un testa-coda per fortuna senza conseguenze!) e trovo il bel garnì che ho prenotato. Notte ristoratrice ma non troppo: un rumore rabbioso e una forte vibrazione mi svegliano nella notte...penso ad una grossa slavina e al conseguente spostamento d'aria, e mi riaddormento...macchè: al mattino, gran vociare in albergo...Livigno non si smentisce: è stato terremoto, magnetudo 3.3!

Sabato 13. Nevica. C'è una quantità di neve incredibile, il paese è sommerso: 170 cm. Sui tetti, sulle auto, sui camion, spinta in mucchi altissimi...non sanno più dove metterla.

Ritirando il pettorale all'ufficio gare incontro il simpatico Luca (vedere foto), già compagno in diverse gare con gli skiroll: sciamo 20Km lenti per prendere confidenza con il percorso di gara e abituarci un po' alla quota. La pista è soffice, difficile sciarci sopra in maniera efficace: bisogna saper galleggiare. Sembra panna montata ...domani la grande scorpacciata!

Domenica 14. Tempo coperto, grigio. Zona partenza: ci si ritrova, si fa il riscaldamento, si scherza. Luca -serissimo- impegna gli addetti del controllo anti-doping pretendendo certezze sul fatto di non essere squalificato al traguardo, essendo intenzionato in gara ad assumere l'Enervitene che tiene in mano...
Siamo quasi 1000, schierati nei cancelli: Ore 11...lo sparo. Parto tranquillo con l'intento di distribuire bene le energie sui 40Km: alla partenza non c'è neanche troppa ressa. Trovo presto un buon ritmo (164 puls.), faticando un po' nella parte alta dell'anello. Bene nelle discese. Fine del primo giro.

Inizio il secondo giro ancora in forze. Alla prima discesa utile, mi butto in picchiata e mi accingo a bere dalla boraccia un po' di acqua con sali, che mi ero preparato per preservarmi dai crampi. Faccio per bere, ma non succede niente: il liquido è gelato: allora comprimo la boraccia tra il fianco e il braccio nel tentativo -vano- di smuovere un po' della preziosa bevanda: risultato si slaccia la fascia cardio! (che da questo momento inizierà a camminare dentro alla tuta..) Guardo d'istinto il Polar al polso...segna zero-zero. Sono morto, penso. No..non è così grave. I crampi non mi hanno mai bloccato, del cardio ne faccio a meno...

Così avanti, cercando solo di sciare bene, fino al traguardo. 2h18' che vale il 307° posto assoluto.

Sono soddisfatto anche se il vincitore, Marco Cattaneo, ci ha messo 1h34'!

Di "sgambate" ne no fatte 3: questa è la migliore. Un buon inizio di stagione...

8 commenti:

franchino ha detto...

Buon inizio!
170 cm di neve... spettacolo! Sono sempre più convinto che debba trasferirmi a vivere in montagna...

Ciao!

GIAN CARLO ha detto...

credo che puoi essere soddisfatto, neve terremoto testa coda e gara tutto in un giorno non è poco

La Polisportiva ha detto...

@franchino: hai ragione. Sarebbe da andare a vivere a proprio Livigno: oltre ad essere un bel posto, là sono tutti miliardari!

@giancarlo: si, sono ancora confuso adesso...

Anonimo ha detto...

Ciao Enrico,sono Marco...Cattaneo.Ho letto la tua e-mail e sono andato a sbirciare il tuo blog.Veramente carino. Domenica è stata dura per tutti, anche per noi "professionisti".Le nevicate della settimana hanno reso il terreno molto soffice e difficile.Anch'io spesso affondavo i miei bastoncini nella neve e alcune spinte mi sembravano nulle.In questi casi c'è poco da fare, bisogna cercare di sciare il più leggeri possibile e cercare di effettuare delle spinte (gambe-braccia) molto graduali, non potenti (tranne che che lo sprint finale!!!).Buon allenamento e buone gare!!!A presto.Ciao.Marco

La Polisportiva ha detto...

@Marco: ..perbacco, mi metto sull'attenti! E' una sorpresa (e un onore) avere il COMMENTO DEL VINCITORE!
E' bello sapere che anche "là davanti" avevate gli stessi problemi di noi dietro. Dunque siete umani?!!!
Grazie per i consigli e un grande in bocca al lupo per la tua stagione. Ora vado a cercarmi il video con lo sprint finale...

Luca ha detto...

Bellissima gara, per me un esordio (tante marcialonghe in compenso 13 credo). Al primo giro stavo alla grande anche se non mi potevo molto riposare per non perdere i trenini giusti, al secondo giro..... beh la quota si è fatta sentire e l'obiettivo è stato rimanere incollato a chi stava davanti. Alla fine 134° in 2'03"17 non mi posso lamentare.La neve non era velocissima e non era compatta su tutta la pista per cui per superare chi stava davanti a seconda dei punti si faceva molta fatica. Un plauso all'organizzazione per il pacco gara(un accappatoio!!!!!). Complimenti per il blog
Ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao Enrico sono Luca, il povero compagno di sventura della Sgambeda. Probabilmente i tuoi sali sono andati meglio del mio Enervitene (p.s. il mio ha passato l'antidoping, il tuo non so). Complimenti x avermi battuto anche se di poco. Il secondo giro anche x me è stato meno divertente a causa della neve che inghiottiva i bastoncini e x l'inizio di crampi che avevo, comunque alla prossima e Buone Feste a tutti.

La Polisportiva ha detto...

@Luca_2h03': sei sempre inossidabile! complimenti per la tua gara. Alla prossima (Marcialonga, probabilmente...)

@Luca_compagnodisventura: la prossima volta ti do un po' dei miei sali: sono da succhiare tipo gelato, però! In bocca al lupo per le gare su Grande Nord!

a tutti, auguri di buona Natale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.