domenica 14 febbraio 2016

600+27+60a+28+27+lungoPo

I sentieri della collina diventano speciali se coperti da un dito di neve. Sabato raggiungo Superga con il 600 nella gelata mattutina. Forse per l'emozione di sentire la neve che scrocchia sotto alle scarpe, perdo la retta via (il 27) e mi trovo verso San Mauro, sullo sconosciuto 60a. Non male dopotutto ma presto mi ritrovo sull'asfalto (60a traditore!) per cui torno sui miei passi e su altri sentieri un po'stile giungla fino al familiare 27. Concludo in bellezza percorrendo il lungopo fino a Ponte sassi. Totale 2h 04'. Le gambe girano che è un piacere.

2 commenti:

franchino ha detto...

La collina è un patrimonio!

Enrico Franconi ha detto...

Franchino, Unesco subito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.