sabato 6 settembre 2008

Coppa del Mondo e Campionato Europeo

Enrico

5-6-7 Settembre: 4 gare tra Cesana, Sestriere e Torino. Per i Master è "solo" Campionato europeo, per gli altri...World Cup. Scusate se è poco...

Per una serie di impegni lavorativi, venerdì non posso liberarmi e salto la gara "prologo" di Cesana (6 Km tecnica libera). Questo comporta l'esclusione anche alla gara di sabato mattina, quella cui tenevo veramente: la Cesana-Sestriere: 13 Km in passo classico, che già feci l'anno scorso: una gara bellissima, che mi è rimasta nel cuore.

Mi rimane la gara di consolazione sabato pomeriggio in Torino centro (Via Roma): 200 m sprint.

Per me che mi alleno in vista delle gare di gran fondo di 40 e più Km (e per di più sugli sci), questa è una gara improbabile...è come se un maratoneta decidesse di partecipare ad una gara di 100m. Ma tant'è l'occasione è ghiotta..
Così alle 15 mi reco in bicicletta verso il centro, skiroll e bastoni al seguito e nel rimorchio.. Carola ed Emanuele.

In Piazza S. Carlo è già aria di grande evento: banda musicale, majorettes, un squadra di hokey, sfilano attirando l'attenzione del pubblico, poi arrivano gli atleti, Italia, Svezia, Norvegia, Olanda, Germania, Russia, Francia, Rep. Ceca, .....iniziano i prerparativi.
Intanto osservo il percorso: da P.za Castello a P.zza S. Carlo: 200 m. di asfalto lisci e aderenti come mai si era visto...

Problema 1: devo trovare qualcuno che guardi Carola ed Emanuele: mi guardo attorno tra la folla: dopo qualche tentativo infruttuoso, la sorte mi sorride: conosco Angioletta, e il nome dice tutto, che a bordo pista osserva la gara con i suoi 4 figli (skirollisti). Questo mi permette di fare la gara e di passare al problema 2.

Problema 2: devo trovare il modo di non ammazzarmi su questo rettilineo...inizio a provare con gli altri. La scorrevolezza inusuale dell'asfalto gioca già qualche brutto scherzo: qualcuno è già caduto. Lycra in pezzi. Piano piano mi abituo al nuovo asetto.

Problema 3: dopo i 200m. di accelerazione, si taglia la fotocellula: da qui rimangono circa 40m. utili a frenare, poi il micidiale porfido e le transenne con i masterassi...poi solo l'ambulanza con la porta già aperta!

Alle 17 iniziano le prove individuali di selezione. Il tabellone scandisce il conto alla rovescia: 5, 4, 3, 2, 1 ..scatto in avanti, quache spinta in "doppio" per poi passare al "lungo", cercando di mantenere le spinte più rapide possibili. Taglio il traguardo a velocità folle, divarico gli skiroll e allargo le braccia per farmi prendere al volo dai 2 addetti alla frenata...sopravvissuto.

Come c'era da aspettarsi il mio tempo non basta a qualificarsi per le finali ( che si svolgeranno a coppie con scontro diretto).

Bel resoconto della gara con foto e classifiche su :http://www.skiroll.it/2008/WorldCup2008/torino/06092008B/06092008B.htm

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.