lunedì 23 novembre 2009

C'è la ripresa

Mattinata nebbiosetta a Torino. Decido comunque di caricarmi in macchina la cara bici per tentare un ritorno Lavoro-Casa questa sera. Ma lungo il tragitto è chiaro che oggi è vera nebbia e la bici rimarrà nel baule..

Pausa pranzo: Il menù prevede "Potenza Aerobica in umido" e così nelle nebbiose campagne canavesane corro un Fartlek in pianura di 30' con la formula dell' 1+1 (un minuto a palla + un minuto corsa medio/lenta, poi dacapo ad libidinem). L'effetto sul fisico è come quello di un bicchiere di acqua gelata in faccia a uno che sta dormendo. Come ieri, noto che le pulsazioni non salgono come dovrebbero: forse il caso è più grave del previsto? Comunque tra la salita di ieri e questa cura, sento le gambe un po' indurite. Seguono 15' di stretching.

Sera: allontanata definitivamente il programma suicida in bici, mi reco in una celebre palestra di Forno Canavese ove i miei addominali, spalle e dorsali si divertono senza sosta per un'ora esatta.
Totale giorno: 30'+15'+60' = 1h45'. Si, lo ha detto anche Lui...

3 commenti:

KayakRunner ha detto...

beh, se l'ha detto lui.... io non dormirei tranquillo.

Alessandro ha detto...

simpatico :-D

La Polisportiva ha detto...

@Kayak, si in fatti non è detto che riesca proprio ad essere costante con gli allenamenti. Aspetto a cantar vittoria.

@Ale, grazie! Ciao,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.