mercoledì 4 giugno 2014

Logistica insostenibile

Si sa bene che in famiglia - crescendo - si maturano interessi (sportivi e non) diversi, ma in questo weekend, complice il lunedì di festa, abbiamo provato cosa in pratica voglia dire. Considerando che siamo basati a Torino abbiamo totalizzato:

Venerdì: Carola a Bellaria (riviera adriatica), per campionato italiano di ginnastica artistica (430 Km, pullmann).

Sabato: Mamma la raggiunge per fare da supporter (430 Km, treni vari) e corre sul lungomare.

Domenica: Emanuele scuola vela al lago di Viverone (64 Km, auto) mentre suo papà (io) corre intorno al lago (10 Km, sterrato); poi si recano a Genova (170 Km, auto.

Lunedì: Mamma rientrata sabato sera da Bellaria (430 Km, passaggio in auto), va in gita scialpinismo in Francia (120Km, auto).

Emanuele e suo papà (io) in riviera ligure a fare apnea e snorkeling e ritorno a Torino (170 Km, auto)
Carola viaggia da Bellaria a Torino (430 Km, pullman)

Totale più di 2200 Km di spostamenti! 6 sport diversi, toccando il Mar Tirreno e l'Adriatico). Abbiamo esagerato?

Viene da chiedersi se- di questo passo- la situazione non diverrà presto insostenibile, e non solo ambientalmente. Però.. chi mollerà per primo?

2 commenti:

Francesco Lenzi ha detto...

Non ti crucciare dai, per fare i pelandroni come noi siete sempre in tempo, e poi mens sana in corpore sano.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.