martedì 15 marzo 2011

Engadin Ski Marathon 2011

Con soddisfazione, concludo nel fine settimana l'ultima trasferta di stagione, portando a termine la famosa 42Km svizzera in tecnica libera. L'Engadina, la SkiMarathon ...Un posto e una gara che per me rappresentano l'essenza stessa del fondo. Dove ho imparato e migliorato di anno in anno, di gara in gara, fino ad arrivare quasi incredulo nella categoria EliteB e sognare di poter fare un giorno il balzo nella EliteA. EliteA significa scendere sotto al 6% della classifica generale... un utopia, si , però.. forse..Il lungo assedio ha inizio e nel 2001 sfioro l'obiettivo arrivando 7,7%. Poi il declino sportivo con l'arrivo dei figli (ebbene si) .. Poi dal 2007 una nuova progressione, 2008, 2009, 2010...

Ieri ho concluso all'11% dopo una gara divertente, con una lieve caduta di tono intorno al Km 20-25, ma recuperando la situazione per arrivare ad esprimermi bene anche negli ultimi non facili Km. Dunque ..significa che posso ancora sperare? O continuo ad illudermi??? Dopotutto saprei anche come fare. Facile: più forza + più resistenza + materiali migliori = EliteA. Che equivale a più tempo per allenarmi e più (tanti) soldi da spendere.  Sa molto di trappola.. dite pure la vostra anche voi...

Comunque, ecco la mia gara: partenza sotto ad una bufera di neve, per fortuna con vento alle spalle. Progressione nei primi   2/3 Km po mi assesto su un buon ritmo a 3'/Km che tengo per 15Km. Poi le salite.. per fortuna non ci sono code, anche qui posso esprimermi anche se non sono così a mio agio come sul piano. Dopo il bosco e la discesona su Pontresina soffro la prima stanchezza. La neve è anche cambiata, perdo ritmo.. A uno dei rifornimenti faccio una cosa che non faccio mai: invece che afferrare un bicchiere al volo e tirare mezzo sorso in corsa, decido di fermarmi un attimo e letteralmente trangugio: 1 enervitene + 2 bicchieroni di Rivella. Nella foga, il secondo bicchiere me lo verso per errore tutto sugli occhiali, sotto gli sguardi esterefatti del pubblico...Comunque sia l'operazione ha successo e -come nelle pubblicità- riparto di slancio con energie ritrovate verso una serie di sorpassi..

Memorabile l'incontro con Alberto Hal78 che ha centrato bene il suo obiettivo in una gara sofferta. Bello sapere che i nostri eterei blog hanno il grande potere di rendere reali gli incontri. A lui i complimenti per la sua prestazione con l'augurio di ritrovarci di nuovo sui campi di gara.

[da sinistra: io, Alberto Hal78, un amico e Marco Skiman alla vigilia della gara]

9 commenti:

fathersnake ha detto...

Possibile che avere materiali migliori incida così tanto nelle prestazioni? Comunque io non abbandonerei il sogno..

Sarah Burgarella ha detto...

Grande Polisportiva! Complimenti! Bye by Sarah

Hal78 ha detto...

Bella gara, non c'è che dire. quest'anno per gli elite A si doveva stare sotto le 2h 07' circa arrivando entro la 560esima posizione. Secondo me ce la puoi fare ma le caratteristiche che hai citato vanno sviluppate tutte senza tralasciare alcun dettaglio. Rispetto la posizione che hai ottenuto dovresti superarne un po meno di 500 e limare 10'. azz, detta così non è per nulla facile.
Io proverò a prepararmi bene per cercare di avvicinarmi agli elite B, anche se difficilmente ci riusciro.
Conoscerti mi ha fatto veramente piacere, Enrico. Ci rivedremo sicuramente.

Francesco Tresso ha detto...

Grande Enrico e complimenti! Io ero alla mia prima Engadina, partito tra le truppe al fondo e senza aver + calzato gli sci stretti dopo la marcia... risultato sono stato lentissimo (2h 55") anche perché sulle salite c'era coda e ho perso parecchi minuti, + la neve che era una pappa in parecchi tratti. Però esperienza mitica, assolutamente da rifare, un'emozione trovarsi in questo fiume di gente basculante! A presto ciao Francesco

Anonimo ha detto...

ciao, sempre bello leggere commenti su questa fantastica maratona. io faccio il classico e domenica mi sono divertito alla grande! binari inesistenti, ma la voglia e la foga mi hanno spinto alla grande. buona giornata a tutti.
S.A.

La Polisportiva ha detto...

@sfnake, assolutamente si. Il sogno? Giusto! Mai abbandonarlo!!! Grazie , per un attimo ho vacillato..

@Sarah, grazie Sarah. Una volta dovresti farla anche tu questa gara.. è una esperienza unica.

@Hal78, grazie Alberto, anche io ho fatto i conti..e ti do ragione, però è anche vero che tutto è possibile e sognare è bello.. Sarei anche disposto a fare una tappa intermedia chessò al 7% e poi fare il salto ancora un anno dopo.. dopotutto l'importate è il trend positivo.
Conoscerti è stato un piacere anche mio, di certo si combina!

La Polisportiva ha detto...

@Francesco, Mitico!!! volevo chiamarti ma mi sono accorto che nn avevo il tuo telefono. 2h55' partendo nella ressa in fondo non è per nulla male e il prossimo anno, nel cancello avanti, sarà tutt'altra musica!

La Polisportiva ha detto...

@Anonimo S.A., accidenti complimenti col passo classico! Sei un vero purista. Per caso a Febbraio eri alla Marciagranparadiso di Cogne?

Hal78 ha detto...

@Enrico. Il fatto di partir nella prima ondata vuol dire trovar meno traffico e treni migliori. Diciamo che un cento duecento posizioni dovrebbe valerle. Non penso di più. Il resto vanno guadagnate con i denti.. Più che il cronometro è la lotta con i tuoi diretti avversari.. Li' davanti son tutti al tuo livello e nessuno molla. L'anno prossimo comunque parti allo sparo insieme ai pro. Siete in 1000. Devi lasciarne dietro circa 600. Presto fatto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.