mercoledì 15 febbraio 2012

Cima Palasina (2782 m.), buona anche la seconda!

Buona anche la seconda, cioè la mia seconda gita di scialpinismo. Contagiato dall'entusiasmo di Silvia per questo sport, decidiamo per la Palasina, in Val d'Ayas con partenza da Estoul, poco sopra Brusson. Tempo 'perturbatino', come preannunciato dalle previsioni, ma percorso evidente e dislivello amabile (900 m.). Partiamo nella fresca arietta siberiana (-12°C) percorrendo in salita le piste da sci, traversando quindi a sinistra sotto agli impianti, per entrare nel fondo della pianeggiante valletta che conduce alle Case Palasina e da lì -salendo più decisamente- all'omonima alpe. La traccia è evidente e non dobbiamo fare altro che seguirla. Il freddo pungente e il vapore del respiro regalano a Silvia una particolare acconciatura che durerà per tutta la gita, gli esclusivi colpi di gelo. Saliamo quindi il pendio finale e quindi la breve cresta che conduce in vetta. Da lì a poco arriva anche una simpatica comitiva di biellesi. Il panorama è a 360° ma le nuvole iniziano a chiudersi e scende la visibilità. In questo contesto lattiginoso iniziamo la discesa su neve ventata (esposizione S) e di poca soddisfazione, facendo attenzione a non perdere di vista le nostre tracce di salita, garanzia di un ritorno sicuro. Dall'Alpe Palasina in giù le cose migliorano e finalmente un pendio a sinistra (esposto a E) ci regala neve farinosa. Col mio telemark ci esce anche qualche curva che mi sembra decente, fatto quasi incredibile.. Anziché stare bassi come all'andata optiamo per il veloce traverso sotto al M.te Bieterorn. Il lieto fine della gita è rappresentato dalla pista di sci (quasi deserta e con neve super) da percorrere con massima goduria, e riappropriandosi di tutti i movimenti negati poc'anzi dalla neve difficile del fuori pista. Tanto è la goduria che scendiamo più in basso del parcheggio! Si ripara con 10' di asfalto a piedi.. ma ne valeva la pena. 

[colpi di gelo... Palasina hair-stylist!]
[In salita. Due dei biellesi sullo sfondo]
[Polisportiva on top!]
[In discesa nella nebbia]

7 commenti:

franchino ha detto...

Bella fresca la situazione! ;-)

La Polisportiva ha detto...

@frank, fresca.. surgelata!! Ma quanto è bello fare movimento in questo contesto? E in freddo non lo si percepisce.. come quando si corre.

Hal78 ha detto...

Bella bella gita. da che quota siete partiti?
Non ti ho visto in classifica alla MGP, non ti vien voglia di far una capatina alla ESM?
Certo ora ll costo dell'iscrizione è alto. Vado con Maurizio che mi fa da appoggio. La solita trafila, partenza sabato mattina dormo a chiavenna ritorno domenica pomeriggio. Ci si può trovare sulla strada e prenotar lo stesso hotel. Ciao!!!

Alessandro ha detto...

uff..mandami qualche tonnellata di neve dai! Lavorare ogni tanto??? ;)
ciaooo

theyogi ha detto...

ed io che vicino allo zero trovo già difficile respirare....

La Polisportiva ha detto...

@Hal, partiti da 1815m. MGP fatta ma come 'non competitivo' per via del certificato medico.. sono arrabbiato ancora adesso.. ESM difficile ma chissà..

@Ale, in realtà anche qua non ne abbiamo un granchè.. ce n'è più in città che in montagna, in proporzione. Gita fatta sabato.. siamo "normali" :-)

La Polisportiva ha detto...

@yogi, le cose che ci soffocano sono altre e in genere più in basso... ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.